in ,

Il giro del mondo in bicicletta, dopo un anno Rumundu torna a casa

Il giro del mondo in bicicletta di Stefano Cucca sta per concludersi. Dopo un anno esatto (8 giugno 2013) dalla partenza dal suo paese di origine, il progetto RUMUNDU tornerà a Sorso (Sassari) domenica 8 giugno 2014. Stefano Cucca ha percorso circa 32.000 chilometri tra Italia, Svizzera, Germania, Francia, Lussemburgo, Belgio, Olanda, ancora Germania, Danimarca, Islanda, coast-to-coast negli Stati Uniti passando per il Canada, Giappone, aver toccato la Cina e poi Vietnam, Cambogia, Thailandia, Malesia, Singapore, Indonesia, Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa per poi rientrare in Italia attraversando la Turchia e la Grecia.

Stefano Cucca

È stato un anno ricco di esperienze che non è semplice descrivere in poche parole, ma mi sento una persona molto fortunata. Ho imparato moltissimo e sono davvero tante le realtà visitate in questo viaggio. Girare il mondo in bicicletta ti mette nella condizione di fermarti e imparare ad apprezzare lo scorrere del tempo. Ti senti una persona “libera” e sembra quasi che tutte le persone che incontri percepiscano in te qualcosa di strano, di diverso. Così come sono state tantissime le volte in cui le persone mi hanno accolto nelle loro case per chiacchierare e condividere semplicemente storie di vita“, ha commentato Stefano dopo essere tornato in Italia, precisamente a Brindisi.

Domani, 4 giugno alle 8.30, Stefano Cucca sbarcherà a Cagliari da NapoliLo scopo del progetto RUMUNDU prevedeva il giro del mondo in bicicletta, cercando storie e stili di vita sostenibili, dando pregio anche al territorio della Sardegna. Per maggiori informazioni: http://www.rumundu.com/it/gmap .

Maradona facebook

Mondiale 2014: per Maradona l’Argentina può vincere

Scottaure

Sole d’estate, abbronzarsi senza scottarsi: ecco come