in , ,

Il Lanciano “lanciato” verso la Serie A

La differenza fra essere tondo e essere tonto è molto sottile. C’era una volta il mondo del pallone, con le gite domenicali ai campi sportivi e agli stadi un po’ più grandi. Il panino con la frittata. Le partite la domenica alla radio, che sviluppava la fantasia, i gol te li immaginavi e il sogno si appiccicava addosso per tutta la settimana. C’erano i miti da rotocalco e da televisione una volta all’anno. Tutto funzionava.

LANCIANO

Ora invece c’è il mondo del calcio, ed è tutta un’altra cosa, urla isteriche, violenza, montagne di soldi, gossip, curve chiuse e curve aperte, razzismo e incomprensioni. Allenatori star e giocatori dal look attento e studiato, che la pubblicità non si sa mai… Una volta c’era Palanca e le palanche, oggi creste in testa e sui contratti.

Il Lanciano oggi più che una squadra di calcio è un sogno che si fa realtà. Era già successo con il Chievo, con il Sassuolo, piccole realtà che si affacciano al mondo dei grandi e gli dicono che vogliono giocare pure loro. Il Lanciano è primo in classifica in Serie B, che nemmeno si chiama più così ma ha uno sponsor nel nome, e questo la dice lunga. Un sogno fatto di lavoro quotidiano, di un budget definito, e la voglia di dire: “siamo anche noi”, come a rappresentare l’intera costellazione dei piccoli che sognano di giocare coi grandi. Speriamo che i grandi, come loro abitudine non dicano: “basta il pallone e mio e gioca chi dico io”.

Seguici sul nostro canale Telegram

web serie La3

Web Series Night: Puzzle e First Day accendono La 3

roma news

Giornata Nazionale del Camminare a Milano domenica 13 ottobre 2013: il programma