in , ,

Il Maestro e Margherita: quando il colpo di fulmine ci frega tutti

L’amore ci si parò dinanzi come un assassino sbuca fuori in un vicolo, quasi uscisse dalla terra, e ci colpì subito entrambi. Così colpisce il fulmine, così colpisce un coltello a serramanico!“, Il Maestro e Margherita, romanzo scritto da Michail Bulgakov (prima edizione pubblicata il 29 dicembre 1966), ci sbatte in faccia il colpo di fulmine e ci frega tutti. Due storie parallele, due storie perpendicolari, il Diavolo e Gesù, il Maestro e Margherita Nikolaevna, senza entrare nello storico restiamo nella pancia, quando inebetiti non ricordiamo più il nostro nome e sì, è il nostro turno, zac, beccati…

L’incontro tra il Maestro e Margherita è uno dei passi letterari che evocano nel migliore dei modi il colpo di fulmine, con Urban Memories lo riportiamo a galla. Il Maestro racconta il momento in cui ha visto per la prima volta Margherita: “Fui colpito non tanto dalla sua bellezza, quanto dalla straordinaria, mai vista solitudine nei suoi occhi! Ubbidendo a quel richiamo giallo, anch’io svoltai nel vicolo e la seguii. Camminavamo in silenzio lungo il vicolo triste e storto, io da un lato, lei dall’altro. E si figuri che non c’era anima viva. Mi tormentavo perché mi sembrava che fosse necessario parlarle, e temevo che non sarei riuscito a pronunciare neppure una parola, e lei se ne sarebbe andata, e non l’avrei mai più rivista“. Margherita, però, prende parola.

Parole, parole, parole, per alimentare il colpo e… “Si, l’amore ci colpì in un baleno. Lo sapevo già, quel giorno, dopo un’ora, mentre eravamo, senza accorgerci dell’esistenza della città, sul lungofiume sotto le mura del Cremlino. Parlavamo come se ci fossimo lasciati il giorno prima, come se ci conoscessimo da molti anni. Ci accordammo per trovarci l’indomani nello stesso posto, sulla Moscova, e ci incontrammo. Il sole di maggio splendeva per noi. Ben presto, quella donna divenne la mia moglie segreta“. Così colpisce un coltello a serramanico, e zac.

italiana tra vittime bruxelles

Belgio arrestati 2 presunti terroristi Isis: progettavano stragi per Capodanno

quo vado film, quo vado checco zalone, quo vado trailer, quo vado trama, checco zalone film 2016,

Quo Vado Checco Zalone: “La Prima Repubblica” colonna sonora da ridere del film