in ,

Il “marito a ore”, quando la creatività sa rispondere alla crisi

In tempi di crisi come questa un modo per reagire, restando a galla, è quello di far leva sulle proprie risorse, inventiva e creatività. L’arte di arrangiarsi può infatti rivelarsi un’ottima via d’uscita quando il mondo del lavoro ci chiude le porte lasciandoci soli con i nostri problemi da gestire.Enrico Romano

Stanno infatti nascendo delle nuove figure professionali prima sconosciute, dei lavori creati ex novo che si rivelano essere fruttuosi e molto ricercati. E’ il caso del “marito in affitto” altrimenti detto “marito ad ore”, un factotum specializzato in lavoretti manuali, quegli utilissimi interventi domestici che non sono alla portata delle donne: montare le mensole, aggiustare le ante dell’armadio, sistemare le prese elettriche, appendere un quadro etc … Il sogno di tutte le donne, single e non, si sta rivelando una realtà raggiungibile: la tariffa di questi nuovi professionisti varia dai 20 ai 30 euro all’ora e offre un servizio a 360 gradi, dagli interventi di edilizia a quelli di idraulica.

Sono tantissimi, infatti, gli inoccupati, studenti, pensionati italiani che mettono a disposizione di chi la cerca (tantissime donne) la propria manualità, traendone un guadagno di tutto rispetto. E’ l’idea che ha avuto Enrico Romano, ideatore e fondatore del portale Maritoaore.it, consulente marketing ed aziendale che, insieme al 29enne Andrea Galante, inoccuppato fino poco tempo fa, ha saputo reinventarsi una professione. Enrico, padovano ex manager di Vigonza, ha una moglie e due figlie e ha fatto una scelta coraggiosa: Lavoravo in Seat Pagine Gialle in qualità di Zone Manager ma ero contrario alle politiche aziendali di quel momento. Così me ne sono andato e avendo tempo libero ho avuto l’opportunità di osservare con attenzione ciò che mi circondava”, ha detto. Da qui la sua idea di creare “una piazza virtuale nazionale dove far incontrare domanda e offerta” che si sta rivelando un’ottima risposta alla crisi economica che sta mettendo in ginocchio tantissime persone nel nostro paese. Il portale è aperto a tutti, non vi sono limiti di età, e ci si può iscrivere pagando una quota annuale di circa 49,00 Euro dopo aver valutato il possesso dei requisiti minimi richiesti.

 

Hugh Grant

Un altro figlio per Hugh Grant

Paolo Ruffini

Paolo Ruffini, la Rete lo vuole morto: petizione choc contro di lui