in ,

Il “Mein Kampf” di Adolf Hitler torna nelle librerie tedesche dopo 70 anni

Dopo 70 anni, torna sugli scaffali delle librerie tedesche il “Mein Kampf”: nonostante le polemiche, il 1 Gennaio 2016 è stata pubblicata una nuovissima edizione del testamento ideologico di Adolf Hitler in un’edizione critica corredata di note e in tiratura limitata.

Detenuti dal Governo di Baviera, sono scaduti alla mezzanotte tra il 31 Dicembre 2015 e Capodanno 2016 i diritti d’autore sul Mein Kampf, il libro definito come il “testamento ideologico” di Hitler: ecco quindi che, dopo 70 anni di assenza, torna nelle librerie della Germania il volume che nel 1933 raggiunse il milione di copie vendute. Nonostante in Italia e in altri Paesi europei ne siano state pubblicate diverse copie, spesso anche accompagnate da critiche storiografiche, il Governo di Baviera aveva sempre negato la ristampa in Germania: ristampa negata anche a Christian Hartmann, Thomas Vordermayer, Othmar Plöckinger, Roman Töppel ovvero il team di studiosi che c’è dietro questa nuova edizione.

Il “nuovo” Mein Kampf è un’edizione critica dell’opera di Hitler, venduta a 59 euro e stampata in sole 4mila copie: ad arricchire il testo integrale saranno invece quasi 5mila note a margine. “L’obiettivo è quello di decostruire completamente la propaganda in maniera duratura e, quindi, di indebolirne l’ancora vivo potere simbolico. In questo modo cerchiamo anche di contrastarne un uso improprio ideologico e propagandistica con fini commerciali” spiega l’Istituto di Storia Contemporanea di Monaco, l’ideatore stesso della ristampa del “Mein Kampf”.

Viaggiare da soli in Italia

Viaggiare da soli in Italia: mete e consigli sempre utili

ananas rimedi naturali

Seno perfetto: elasticità della pelle con l’ananas