in

Il miglior caffè? A metà mattina. Parola di scienziato

Aroma di caffè come unico antidoto per un pronto e brillante risveglio mattutino? Sbagliato. Il momento ideale per assumere caffeina è al mattino, sì, ma in un arco temporale preciso, dalle 9.30 alle 11.30. Almeno un paio d’ore dopo essersi svegliati. Lo sostiene Steven Miller, neuroscienziato della Uniformed Services University of the Health Sciences, nel Maryland.Risveglio con caffè

Secondo le neuroscienze e la crono-farmacologia, un ramo della medicina che mette in relazione l’assunzione di farmaci o sostanze psicoattive con l’andamento del nostro naturale orologio biologico, esiste infatti un momento ideale per godere a pieno dei benefici della caffeinaquando nell’organismo si abbassano i livelli di cortisolo, meglio noto come l’ormone dello stress: la fascia oraria della metà mattina, compresa tra le 9,30 e le 11,30.

Il neuroscienziato spiega sul suo blog, ripreso poi dal sito di Popular Science, che scegliere attentamente gli orari di consumo del caffè evita il rischio di assuefazione. Appena svegli, infatti, c’è un picco di questo ormone (il cortisolo) nel sangue, che dovrebbe farci sentire più svegli vanificando sostanzialmente gli effetti della caffeina. Lo stesso accade all’ora di pranzo e tra le 17,30 e le 18,30. Miller, quindi, sfata il mito del caffè del primo pomeriggio come rimedio alla sonnolenza causata dagli effetti digestivi e precisa, comunque, che i livelli di cortisolo sono soggettivi e quindi variano da persona a persona.

Seguici sul nostro canale Telegram

Kelechi

I club europei a caccia dei talenti della Nigeria campione mondiale U17 (Video)

Marco Borriello

Calciomercato Roma: Borriello rinnova con i giallorossi fino al 2017 (Video)