in ,

Il milanese è uno status non un diritto di nascita: ecco le 15 caratteristiche del milanese medio

Il milanese medio, puntualizziamo immediatamente, non si discosta eccessivamente dalla caricatura del milanese medio. L’unico motivo per il quale il milanese medio merita rispetto sta nella sua capacità di incassare con finta noncuranza l’insulto a lui rivolto dai media. Se scrivessimo il medesimo articolo sui napoletani, sui sardi oppure sui romani ci darebbero dei razzisti. Se invece insulti il milanese medio anche il dio del politicamente corretto non si scompone. E questo, nonostante il milanese medio sia una piaga, non è giusto.

milanese hipster

Non è cattivo è che se la deve tirare. Perciò, se mentre zoppicate lui non vi tende la mano è perché non può. Ma vorrebbe

Sa che i mezzi idonei per girare a Milano sono soltanto 3: la bicicletta, il motorino e il Suv

Ha l’autobiografia di Grom sul comodino e si sente potenzialmente un imprenditore di se stesso che deve trovare il giusto modo di esprimere la propria creatività (Grom e Martinetti sono torinesi e non vivono nella bottega di Corso Buenos Aires N.d.r.).

Spamma su fb i post de Il milanese imbruttito con eccitazione. Li commenta taggando amici della medesima polis scrivendo “Vero Marco Brambilla?” seguono “Ahahah” e “Ahahhah

Non compra casa sui Navigli perché non ama la convivenza con i ratti. Casa sui Navigli la lascia prendere a chi viene da fuori.

Si atteggia come Bianconi ma non ha il suo talento, solo la sua spocchia

Va in palestra dove vanno anche la Moric e la Belen

Fa il figo ma va in via Paolo Sarpi a farsi riparare il Nokia Lumia da Jhonny il cinese

Si rattrista per i provinciali anche se lui abita a Bollate

E’ deluso da Pisapia ma non così tanto da rimpiangere la Moratti

Per Natale chiede dei salumi di Peck

Non dice mai “Andiamo a mangiare la pizza?” bensì “Spontini?

Sa che vale la pena allungare il tragitto ma prendere la linea Gialla che nobilita lo spirito, la Rossa fa schifo ma la Verde di più

Sa che l’unico aperitivo che valga la pena di essere taggato su Fb è quello fatto in Triennale

Non riesce a concepire il concetto di pendolarismo

Infine una sola parola, che basta e avanza e non vale come punto bensì come monito: Fuorisalone.

 

 

 

lucy cinema film classifica

La classifica dei film più visti al cinema: 25-28 settembre 2014

Ad Ottobre in concerto anteprima tour Incredibile a Milano e Roma

Moreno Donadoni: il 18 e il 22 ottobre in concerto per l’anteprima del nuovo tour. Le tappe