in ,

Il ministro Kyenge: “Regioni stanzino più fondi per integrazione”

Quanto oggi dichiarato dal Ministro per l’Integrazione, presso la commissione Affari Costituzionali alla Camera, sarà oggetto di riflessione e (accese ?) polemiche considerando anche la precaria tenuta del governo delle larghe intese.

clandestinità

Al centro del discorso è l’emergenza pluriennale del tema dell’immigrazione clandestina: Cecile Kyenge ha affermato che per le regioni devono essere stanziati più strumenti (ossia soldi) per affrontare al meglio questa problema che non può essere procrastinato di continuo. Se adeguato sostegno potesse arrivare agli enti regionali per i migranti di conseguenza vi sarebbero, secondo il ministro, più possibilità di favorire una loro formazione anche lavorativa. Si potrebbe, inoltre, sconfiggere gradualmente i problemi che possono derivare da insediamenti fini a se’ stessi senza un vantaggio anche per il bene degli enti locali, grazie a una possibile partecipazione dei migranti nella vita sociale ed economica della comunità d’inserimento.

Questa infatti è l’ affermazione che riassume l’essenza del intervento odierno del ministro Kyenge presso la commisione Affari Costituzionali :“Non si tratta di promuovere la mera assistenza, ma di assumere indirizzi volti a favorire la responsabilizzazione e il protagonismo delle comunita’ nella vita sociale ed economica.”

photo credit: UK in Italy via photopin cc

photo credit: emilius da atlantide via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

Trono Over rissa Barbara ed Elga

Anticipazioni Uomini e Donne: le accuse nel Trono Over e Barbara decide di restare

Sami Khedira

Mercato, scambio in vista sull’asse Madrid-Londra?