in

Il pensiero positivo fa invecchiare meglio: ecco lo studio che lo dimostra

Arriva dal Canada l’esito di una ricerca pubblicato sul ‘Canadian Medical Association Journal’ che dà un’indicazione precisa ed inequivocabile: le persone che affrontano con spirito positivo la vita, godendosela, vivono e invecchiano meglio. Lo studio, condotto su 3.199 uomini e donne ‘over 60’ in Inghilterra, ha esaminato il legame tra pensiero positivo e benessere fisico, seguendo i partecipanti per oltre 8 anni. Le ‘cavie umane’ sono state divise in tre categorie di età: 60-69 anni, 70-79 anni e 80 anni o più.carpe diem

I ricercatori dell’University College di Londra hanno valutato la capacità dei volontari di godersi la vita usando una scala in quattro punti, sulla base di domande come: ‘mi fanno piacere le cose che faccio’, ‘a conti fatti mi guardo indietro con un senso di felicità’, ‘mi sento pieno di energia in questi giorni’ ed altre. Attraverso colloqui personali intrapresi con le persone esaminate, i ricercatori sono riusciti a capire se i soggetti avevano difficoltà nel compiere azioni quotidiane come alzarsi dal letto, vestirsi, fare il bagno o la doccia. Successivamente li hanno sottoposti ad un test sull’andatura che ha misurato la velocità della loro camminata. Risultato? Le persone anziane che sono più felici e si godono di più la vita presentano un declino più lento della funzione fisica con il passare degli anni”, conferma Andrew Steptoe dell’University College di Londra.

Viceversa le persone esaminate che accusavano problemi di salute come cardiopatie, diabete, artrite e depressione sono risultate essere in generale meno propense ad affrontare la vita di petto, con positività e verve. “Questo non perché le persone più felici sono in migliori condizioni di salute, o più giovani, o più ricche, o hanno stili di vita più sani, dal momento che anche quando prendiamo in considerazione questi fattori il fenomeno persiste”, sottolinea Steptoe; il segreto sta piuttosto nella predisposizione mentale, e quindi anche fisica, all’ottimismo e al piacere di godersi le occasioni che la vita ci offre quando si presentano, vivendole a fondo e senza rinviarle.

 

 

 

mazzarri allenatore inter

Inter, Mazzarri: “Vucinic? Per ora no comment”

Il peccato e la vergogna 2 anticipazioni 21 gennaio: fine di un amore e le follie di Nito Valdi