in

Il ritorno di Sting in Italia per tre concerti a: Verona, Roma e Cattolica

Il ritorno italiano di Sting è molto atteso dai suoi estimatori. Infatti proprio ieri sera, l’ex front leader dei  “The Police”, giungerà nel Belpaese per portare ai suoi fan italiani il “Back to bass” tour, che lo sta portando in giro per il mondo. Sting

Il mini tour italiano del celebre cantautore ha esordito ieri, nell’incantevole e magica cornice dell’Arena di Verona, ma c’è altrettanta attesa anche per la tappa romana, quando salirà sul palco del Centrale Live, al Foro Italico. Eppure, se per un qualche motivo il fan di turno non riuscisse a vederlo né a Verona né a Roma, non deve perdere le speranza perché Sting, il 29 luglio prossimo, tornerà in Italia per esibirsi all’Arena Regina di Cattolica.

Sting autore, sia con i Police che come solista, di melodie memorabili e canzoni che sono entrate nella leggenda, nel corso dei suoi concerti eseguirà i suoi pezzi più famosi da: “If You Love Somebody Set Them Free” a “Russians”, da “If I ever lose my faith in you” a “Why Should I Cry For You?”  passando  per “Desert Rose” e “Englishman in New York”. Il tour, che è stato  organizzato per festeggiare i 25 anni di carriera e il suo ritorno al basso, è ripartito dal 30 maggio da Kelowna, in British Columbia per continuare a San Francisco, Chicago, Atlantic City, Kingston e Boston e poi giungere nel vecchio continente, nel mese di luglio, con concerti in Polonia, Irlanda, Francia, Danimarca, Norvegia e, ovviamente, in Italia.

 

One Direction

One Direction dicono no alle nuove frontiere del bullismo cibernetico

Governo: sconto sulle multe per chi paga subito