in

Il Santo del giorno 1° Aprile: Sant’ Ugo di Grenoble

Il santo di oggi, 1° aprile, è Sant’ Ugo di Grenoble. Ugo di Grenoble fu un vescovo francese, fondatore dell’Ordine di Chalais. E’ venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Il nome Ugo deriva dal tedesco e letteralmente significa spirito perspicace. Nelle immagini sacre è rappresentato con il bastone pastorale, simbolo della sua carica ecclesiastica. Il suo martirologio romano recita: «A Grenoble in Burgundia, nell’odierna Francia, sant’Ugo, vescovo, che si adoperò per la riforma dei costumi del clero e del popolo e, durante il suo episcopato, amando ardentemente la solitudine, donò a san Bruno, un tempo suo maestro, e ai suoi compagni l’eremo di Chartroux, di cui fu pure primo abate; resse la sua Chiesa per circa cinquant’anni con l’esempio premuroso della sua carità». 

Leggi anche –> Il Santo del giorno 31 marzo: San Guido di Pomposa

 

La vita di Sant’Ugo di Grenoble

Sant’Ugo di Grenoble nacque a Châteauneuf-sur-Isère nel 1053. Ugo nel 1080 fu eletto vescovo di Grenoble e svolse il suo ufficio distinguendosi nella lotta alla simonia, al nicolaismo e nell’opera di riforma ecclesiastica per la  sobrietà dei costumi del clero. Sant’Ugo fondò l’Ordine monastico di Chalais. Famosa è la lunga battaglia che Sant’Ugo condusse contro il conte di Albon per recuperare i beni che gli Albon avevano sottratto alla diocesi. Per rafforzare la sua posizione, Ugo fece scrivere la storia del vescovo Isarn, che strappò con le armi ai Saraceni la diocesi di Grenoble nella battaglia di Chevalon. Si trattò del preambolo ad una serie di documenti conosciuti come Cartolari di Sant’Ugo. Un accordo venne infine raggiunto nel 1099, quando il conte  accettò di cedere alla diocesi i territori contesi in cambio del riconoscimento dell’autorità temporale degli Albon nei dintorni di Grenoble. Su uno dei terreni ottenuti dal conte venne eretta la prima abbazia dell’Ordine Certosino. Sant’Ugo morì a Grenoble il 1º aprile 1132. Venne canonizzato a Pisa da papa Innocenzo II il 22 aprile del 1134.

L’Ordine monastico di Chalais

L’Ordine monastico di Chalais nacque grazie a Sant’Ugo di Grenoble. Sant’Ugo si stabilì con un gruppo di uomini sopra Voreppe, sui contrafforti delle prealpi della Chartreuse. Scelsero proprio un luogo così isolato perché volevano vivere lontano dal mondo per dedicarsi esclusivamente alla preghiera. Sant’Ugo ed i suoi compagni volevano rivivere la Regola di San Benedetto senza integrarsi nella vita parrocchiale o secolare. I primi monaci «eremiti di Chalais» dovevano vivere di lavoro nella foresta e di allevamento di ovini. L’ordine di Chalais era nato seguendo la regola di San Benedetto da Norcia ed i monaci costruirono l’Abbazia di Nôtre-Dame de Boscodon, che diverrà Casa principale dell’Ordine, all’inizio del XIII secolo. L’abbazia-madre, Chalais, venne assorbita dalla Grande Chartreuse.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 30 marzo: San Leonardo Murialdo

Morte Mario Biondo: nuovi dubbi sulla vedova, problemi in arrivo per Raquel Sánchez Silva?

Bartolini BRT offerte di lavoro: nuove assunzioni e opportunità di stage in Italia