in

Il Santo del giorno 1 gennaio: Maria Santissima Madre di Dio

Il Santo di oggi, 1° Gennaio, è Maria Santissima Madre di Dio. Maria Santissima Madre di Dio è una ricorrenza liturgica del rito romano di forma ordinaria della Chiesa latina. In Italia è festa di precetto. Nella forma ordinaria del rito romano la solennità di Maria Madre di Dio si celebra dall’ora vespertina del 31 dicembre a tutto il 1º gennaio di ogni anno. Questa festa fu istituita dal Sommo Pontefice Pio XI nel 1931, in occasione del XV Centenario del Concilio Efesino, con l’Enciclica Lux Veritatis. Il nome Maria ha due significati: dall’ebraico vuol dire “signora”, invece dall’egiziano “amata da Dio”. Il Martirologio Romano di Maria recita: «Nell’ottava del Natale del Signore e nel giorno della sua Circoncisione, solennità della santa Madre di Dio, Maria: i Padri del Concilio di Efeso l’acclamarono Theotókos, perché da lei il Verbo prese la carne e il Figlio di Dio abitò in mezzo agli uomini, principe della pace, a cui fu dato il Nome che è al di sopra di ogni nome».

Leggi anche — > Il Santo del giorno 31 dicembre: San Silvestro I

La vita di Maria, madre di Gesù

Maria, detta anche Maria di Nazaret, è la madre di Gesù. Venerata come “Santissima Madre di Dio” dai cattolici e dagli ortodossi, la sua santità è comunque riconosciuta dalla Comunione anglicana e anche da confessioni protestanti come quella luterana. Soprattutto in Italia è usato anche il titolo di Madonna. Sulla sua vita non vi sono molte fonti certe e la sua storia la si può ricostruire dai Vangeli e in particola da quello di Luca. Vi si racconta che Maria, figlia di Giocacchino e Anna, viveva a Nazaret, in Galilea, e che, promessa sposa di Giuseppe, ricevette dall’arcangelo Gabriele l’annuncio che avrebbe concepito il Figlio di Dio, senza conoscere uomo. Maria accettò senza alcun timore o dubbio è per questo è considerata dai cristiani il modello per tutti i credenti. Secondo i costumi del tempo, il suo fidanzamento con Giuseppe è probabilmente avvenuto in giovanissima età. Trovandosi a Betlemme, in Giudea, con suo marito Giuseppe per il censimento, indetto dall’imperatore Augusto, Maria partorì in una stalla suo figlio, al quale mise il nome di Gesù, come le aveva prescritto l’arcangelo Gabriele. Quando Gesù compì 12 anni, Maria e Giuseppe lo condussero a celebrare la Pasqua nel Tempio di Gerusalemme. Tornando a Nazaret, i genitori non trovarono più Gesù nella carovana e, preoccupati, tornarono indietro a cercarlo. Lo ritrovarono il terzo giorno nel Tempio, dove Gesù stava insegnando fra i dottori della Legge. Maria fu così testimone, anche senza capirne in fondo il significato, della prima volta che Gesù manifestò la coscienza di essere figlio del Padre. I Vangeli ce la presentano in vari momenti vicino a Gesù nel periodo del suo ministero pubblico.

Il Culto Mariano

Unico caso accertato nella storia, che una creatura sia venerata come “Madre di Dio”, sembra quello proposto dalla Chiesa cristiana, che dichiara essere verità di fede la proposizione: la Vergine Maria è “Madre di Dio”. Proprio nella chiesa cristiana il culto mariano è uno dei riti più seguiti e sentiti. Il culto di Maria madre di Gesù ha origini remote, probabilmente risalenti alla chiesa primitiva. Un’antica tradizione cristiana narra che, laddove sorge la Basilica dell’Annunciazione a Nazaret, un tempo sorgeva la “casa di Maria”. Questa tradizione è stata in parte confermata da alcuni scavi archeologici degli anni sessanta, che hanno ritrovato delle vecchie mura probabilmente di una casa antica. Il culto verso la Beata Vergine andò man mano aumentando fino a quando si arrivò a una notevole diffusione dopo il Concilio di Efeso (431), che la riconobbe ufficialmente come “Madre di Dio”. Durante l’anno liturgico della Chiesa cattolica sono varie le feste e memorie che ricordano Maria tra cui il 15 Agosto e l’8 Dicembre. Intorno alla figura di Maria vi è una curiosità davvero particolare. L’azzurro delle maglie della nazionale italiana è indirettamente legato al culto mariano dei Savoia, che erano accesi devoti di Maria. Il Blu Savoia, un azzurro intenso, colore ufficiale della monarchia, usato anche per le onorificenze maggiori del regno, deriva infatti dal colore del manto della Vergine che nell’iconografia tradizionale è di colore azzurro. Infine, a Maria sono state dedicati il film Maria, madre di Gesù, e la fiction Maria di Nazaret.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 30 dicembre: Beata Margherita Colonna

2018 addio: 12 foto per ricordare l’anno che finisce, mese per mese

Che Dio ci aiuti 5 quando va in onda: c’è la data ufficiale, tutto sulla nuova stagione