in

Il Santo del giorno 10 aprile: Santa Maddalena di Canossa

Il Santo di oggi, 10 aprile, è Santa Maddalena di Canossa. Maddalena Gabriella dei marchesi di Canossa è stata la fondatrice delle Figlie della Carità. Beatificata nel 1941, è stata proclamata Santa da papa Giovanni Paolo II nel 1988. Il nome Maddalena significa letteralmente di Magdala, villaggio della Galilea. Nelle rappresentazioni sacre di Santa Maddalena compare sempre il fiore del giglio. Il suo martirologio romano recita: «A Verona, santa Maddalena di Canossa, vergine, che di sua volontà rigettò tutte le ricchezze del suo patrimonio per seguire Cristo e fondò i due Istituti dei Figli e delle Figlie della Carità per promuovere la formazione cristiana della gioventù». 

Leggi anche –> Il Santo del giorno 9 Aprile: San Demetrio di Tessalonica

La vita di Santa Maddalena

Santa Maddalena nasce a Verona il 1° marzo 1774. Nel 1779 il padre muore tragicamente durante un’escursione. Maddalena e i fratelli vengono affidati a due precettori secondo una consuetudine della nobiltà. Ad un certo punto Santa Maddalena si ammala improvvisamente e gravemente. Superata la malattia, Maddalena confida a don Pietro Rossi la decisione di consacrarsi a Dio ed inizia ad esaminare le regole di alcuni ordini religiosi. Dopo aver scoperto una particolare sintonia spirituale con le regole delle carmelitane scalze, il 2 maggio 1791 si ritira per circa dieci mesi nel monastero di S. Teresa a Verona. Durante quest’esperienza, pur ammirando le carmelitane, percepisce una certa distanza tra il suo sentire interiore e la loro vita. Questo non le impedisce comunque di esercitare la carità: raccoglie ragazze dalla strada e visita gli ospedali. L’8 maggio 1808 dà inizio all’Istituto delle Figlie della Carità che nelle intenzioni della Canossa sarebbe dovuto venire incontro ai maggiori bisogni della società del tempo attraverso la scuola, la catechesi e l’assistenza. Maddalena muore a Verona il 10 aprile 1835.

Chi sono le Figlie della carità

Le Figlie della Carità, dette anche Canossiane, sono un istituto religioso femminile fondato da Santa Maddalena. La congregazione ebbe rapida diffusione in Veneto e Lombardia, specialmente nei centri urbani. Il 23 dicembre 1828 la congregazione venne approvata da papa Leone XII. L’azione delle Figlie della Carità si è sviluppata particolarmente nei settori scolastico e assistenziale. In origine l’abito delle canossiane era costituito da un vestito color castano scuro di taglio simile a quello delle donne del popolo con cuffia e scialle neri. Al collo, sospeso a un cordoncino nero, portavano il cosiddetto “tablò”, un grosso medaglione metallico di forma ovale con l’immagine della Vergine Addolorata su un lato e sull’altro i simboli della passione. Negli anni sessanta l’abito è diventato grigio o bianco, lo scialle è stato abbandonato, la cuffia è stata sostituita dal velo e il tablò da una catenina con una medaglietta. Le canossiane sono presenti in Europa, in Africa, in America, in Asia e in Oceania. La sede generale è a Roma.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 7 aprile: San Giovanni Battista de La Salle

Chi è Ambra Lombardo: tutto sulla concorrente del GF 16

Firenze far west al mercato: botte, rissa e spedizione punitiva