in

Il Santo del giorno 10 ottobre: San Daniele Comboni

Il Santo del giorno 10 ottobre è San Daniele Comboni. Daniele Comboni è stato un missionario e vescovo cattolico italiano, fondatore degli istituti dei Missionari Comboniani del Cuore di Gesù e delle Pie Madri della Nigrizia. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Il nome Daniele deriva dall’ebraico e vuol dire “Dio è il mio giudice”. Nelle immagini sacre è spesso raffigurato con il bastone pastorale. Il suo martirologio romano recita: «Nella città di Khartum in Sudan, san Daniele Comboni, vescovo, che fondò l’Istituto per le Missioni Africane e, nominato vescovo in Africa, si prodigò senza mai lesinare energie nel predicare il Vangelo in quelle regioni e nel prendersi in tutti i modi cura della dignità degli esseri umani».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 9 ottobre: San Dionigi e compagni

La vita di San Daniele Comboni

San Daniele Comboni nacque a Limone sul Garda il 15 marzo 1831 ed era figlio di umili braccianti. Daniele nel 1843 si trasferì a Verona in un istituto per ragazzi con poche possibilità finanziarie, fondato dal sacerdote Nicola Mazza. Fu Mazza a infondere in lui l’amore per l’Africa e per le missioni. Durante la sua adolescenza decise di diventare sacerdote e venne ordinato sacerdote nel 1854. L’8 settembre 1857 partì per il suo primo viaggio nell’Africa centrale. Comboni raggiunse Khartoum. Rientrato in Italia nel 1859 a causa della malaria, continuò la sua opera a favore dell’Africa. Fondò un istituto di missionari e un istituto di suore. Nel 1872 papa Pio IX decise di affidare ai Comboniani la missione in Africa centrale. Il 27 novembre 1880, da Napoli, salpò per il suo ottavo ed ultimo viaggio in Africa. Morì nel 1881 a causa di un’epidemia di colera.

Il culto del Santo del giorno

Papa Giovanni Paolo II il 5 ottobre 2003 lo dichiarò Santo. Nel caso di San Daniele Comboni, la Chiesa Cattolica per la sua canonizzazione ha ritenuto miracolosa la guarigione di Lubna Abdel Aziz. La donna versava in gravi condizioni dopo il suo quinti parto cesareo, ma dopo che le suore ebbero pregato San Daniele la donna guarì miracolosamente. La Consulta medica della Congregazione per le Cause dei Santi, nella seduta dell’11 aprile 2002, dichiarò la guarigione rapida, completa e scientificamente inspiegabile. San Dabiele diede vita anche ad una rivista. La Nigrizia è un’opera mensile dei missionari comboniani dedicata al continente africano e agli africani nel mondo.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 8 ottobre: Santa Pelagia di Antiochia

Taylor Mega da bambina, la foto su Instagram: trasformazione è incredibile

Stephan Balliet chi è l’attentatore nazista di Halle: ha filmato l’attacco