in

Il santo del giorno 14 febbraio: San Valentino

Il Santo di oggi, 14 febbraio, è San Valentino. San Valentino, detto anche san Valentino da Terni, è stato un vescovo e martire cristiano. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato il patrono degli innamorati e  degli epilettici. Il nome Valentino deriva dal latino e letteralmente significa che sta bene, sano, forte, robusto. Nelle immagini sacre San Valentino è rappresentato con i simboli del bastone pastorale e della palma. Il suo martirologio romano recita: «A Roma sulla via Flaminia presso il ponte Milvio, san Valentino, martire».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 13 febbraio: Santa Fosca

La vita di San Valentino

San Valentino nacque a Terni nel 176 circa in una famiglia patrizia. Valentino a soli 21 anni si convertì al cristianesimo e venne e consacrato vescovo di Terni. Il protettore degli innamorati venne arrestato una prima volta dall’Imperatore Claudio II, che però lo graziò e lo liberò. Poi Valentino venne arrestato una seconda volta sotto Aureliano. L’impero proseguiva nelle sue persecuzioni contro i cristiani e, poiché la popolarità di Valentino stava crescendo, i soldati romani lo catturarono e lo portarono fuori città lungo la via Flaminia per flagellarlo, temendo che la popolazione potesse insorgere in sua difesa. Fu decapitato il 14 febbraio 273, a 97 anni. Secondo alcune fonti Valentino sarebbe stato giustiziato perché aveva celebrato il matrimonio tra la cristiana Serapia e il legionario romano Sabino, che invece era pagano: la cerimonia avvenne in fretta, perché la giovane era malata; i due sposi morirono, insieme, proprio mentre Valentino li benediceva. Le sue spoglie furono sepolte sulla collina di Terni, al LXIII miglio della via Flaminia, nei pressi di una necropoli. Sul luogo sorse nel IV secolo una basilica nella quale attualmente sono custoditi, racchiusi in una teca, i resti del santo.

Il culto di San Valentino

Sono molte le leggende entrate a far parte della cultura popolare, su episodi riguardanti la vita di San Valentino. Una di esse narra che Valentino, graziato ed affidato ad una nobile famiglia, compì il miracolo di ridare la vista alla figlia cieca del suo carceriere. Un’altra, di origine statunitense, narra come un giorno il vescovo, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed andò loro incontro porgendo una rosa e invitandoli a tenerla unita nelle loro mani: i giovani si allontanarono riconciliati. Proprio tutte queste leggende hanno fatto si che San Valentino diventasse protettore degli innamorati e dell’amore in generale. La festa di san Valentino ricorre annualmente il 14 febbraio, ed oggi è conosciuta e festeggiata in tutto il mondo. La città del santo, Terni, invoca San Valentino come principale patrono, numerosi eventi e celebrazioni sono organizzati nel corso del mese di febbraio, il più noto è probabilmente la festa della promessa, la domenica precedente il 14 febbraio, in cui centinaia di giovani vengono a Terni in vista del loro matrimonio nei mesi seguenti.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 12 febbraio: San Benedetto d’Aniane

‘Turbodroghe’: cosa si nasconde dietro Rolls Royce e Tesla

84 opportunità di lavoro per informatici in tutta Italia