in

Il Santo del giorno 15 settembre: Beata Vergine Maria Addolorata

Il Santo del giorno 15 settembre è la Beata Vergine Maria Addolorata. Maria Addolorata, in latino “Mater Dolorosa”, è un titolo con cui viene molte volte chiamata ed invocata dai cristiani Maria, la madre di Gesù. l titolo si basa su alcuni momenti della vita di Maria descritti nei Vangeli. Il nome Maria deriva sia dal’egiziano che dall’ebraico. Nel primo caso vuol dire “amata da Dio”, nel secondo caso “Signora”. Il martirologio romano recita: «Memoria della beata Maria Vergine Addolorata, che, ai piedi della croce di Gesù, fu associata intimamente e fedelmente alla passione salvifica del Figlio e si presentò come la nuova Eva, perché, come la disobbedienza della prima donna portò alla morte, così la sua mirabile obbedienza porti alla vita».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 14 settembre: San Crescenzio di Roma

I sette dolori della Beata Vergine Maria Addolorata

L’epiteto Addolorata con cui chiamano la Vergine Maria deriva dalla lettura del Vangeli. Tradizionalmente si sono individuati ben sette dolori sopportati da Maria. Il primo si trova nel Vangelo secondo Luca quando il vecchio Simeone preannuncia a Maria le difficoltà che dovrà incontrare e superare Gesù. Il secondo è la fuga in Egitto per salvare suo Figlio. Il terzo dolore è la perdita del Bambino Gesù nel Tempio. L’incontro di Maria e Gesù lungo la Via Crucis rappresenta il quarto dolore. Il quinto flagello di Maria è la morte di Gesù sulla croce. Il sesto, invece, si ha quando abbraccia il corpo di Gesù morto. Infine il settimo è quando vede seppellire suo Figlio.

Il Culto del Santo del giorno

Il culto della Beata Vergine Maria Addolorata si è sviluppato a partire dalla fine dell’XI secolo. Nel XII secolo si ebbe un incremento di questo culto. Inizialmente il culto dell’Addolorata era collegato alla Settimana Santa, poi è nata la sua festa, originariamente celebrata il venerdì prima della Settimana Santa o dopo la Pasqua ed infine il 15 settembre. I simboli che meglio identificano questo tipo di immagine sono: una, cinque o sette spade conficcate nel cuore, a volte evidenziato con sopra una fiamma; il fazzoletto in mano; il vestito viola o nero del lutto; il volto ovale, inclinato o rivolto a cielo, occhi grandi, bocca piccola da cui traspare la dentatura e mani giunte con dita intrecciate.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 13 settembre: San Giovanni Crisostomo

Eleonora Pedron Instagram corpo da sballo: il top in maglina disegna il seno, la foto hot

taranto incendio

Taranto incendio tra Lama e San Vito: fiamme visibili a chilometri di distanza