in

Il Santo del giorno 16 giugno: Sant’Aureliano di Arles

Il Santo del giorno 16 giugno è Sant’Aureliano di Arles. Aureliano di Arles è stato un vescovo franco, venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Il nome Aureliano ha diverse origini. Se guardiamo al latino e al greco il nome Aureliano significa oro e sole, se invece guardiamo alla lingua etrusca il nome Aureliano prende il significato di colui che brilla, splendente. Nelle immagini sacre Sant’Aureliano di Arles è spesso rappresentato con il bastone pastorale, simbolo della sua carica ecclesiastica. Il suo martirologio romano recita: «A Lione in Francia, deposizione di sant’Aureliano, vescovo di Arles, che, nominato vicario in Francia dal papa Vigilio, eresse due monasteri nella sua città, l’uno maschile, l’altro femminile, dando loro una regola da lui redatta». 

Leggi anche –> Il Santo del giorno 15 giugno: Santa Germana Cousin

La vita e il culto di Sant’Aureliano di Arles

Sant’Aureliano nacque nel 523 da una famiglia aristocratica della borgognona. Sulla sua vita prima di diventare vescovo non si hanno notizie. Aureliano succedette ad Aussanio nella sede episcopale di Arles il 23 agosto del 546. La sua nomina a solo 23 anni fu dovuta sia alle qualità spirituali e religiose sia alla fiducia in lui riposta da re Childeberto I. Nel 548 Sant’Aureliano ricevette Pallio e nomina a vicario della Santa Sede da papa Vigilio. Nello stesso anno Aureliano fondò ad Arles un monastero per soli uomini, chiamato “Monastero dei Santi Apostoli”. Aureliano arricchì la chiesa di questo monastero di reliquie e diede ai suoi religiosi anche una regola monastica. Partecipò al Concilio di Orleans che fu aperto il 28 ottobre 549. Sant’Aureliano morì a Lione il 16 giugno 551.

La Santissima Trinità

Oggi, 16 giugno 2019, ricorre anche la Santissima Trinità. La Trinità è la dottrina fondamentale e più importante delle più diffuse chiese cristiane, quali la cattolica e quelle ortodosse, oltre che delle Chiese riformate come quella luterana, quella calvinista e quella anglicana. Le tre “persone”  vengono d’altra parte tradizionalmente intese come distinte, ma della stessa sostanza di Dio: Dio Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. La Chiesa, dopo aver stabilite diverse feste che onorano le singole Persone della SS. Trinità, ne fissò anche una in onore delle Tre Persone. La festa della Santissima Trinità fu istituita nei primi secoli del Medio Evo e i primi a celebrarla furono i monaci all’interno dei loro conventi.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 14 giugno: Sant’Eliseo Profeta

Gessica Lattuca scomparsa a Favara: Filippo Russotto lo ha ammesso ai microfoni di Quarto Grado

Chiara Nasti Instagram, quel ‘vezzo’ al capezzolo infiamma il social: «Cosa sei?»