in

Il Santo del giorno 17 maggio: San Pasquale Baylon

Il Santo del giorno, 17 maggio, è San Pasquale Baylon. San Pasquale è stato un religioso e mistico spagnolo dell’Ordine dei Frati Minori Alcantarini. Papa Alessandro VIII lo proclamò Santo nel 1690. San Pasquale è protettore dei Congressi Eucaristici, delle donne, dei cuochi, dei pasticceri e dei pastori. Il nome Pasquale viene usato in onore della festa di Pasqua. I simboli di San Pasquale sono: l’ostensorio, il saio francescano, il gregge e il bastone da pastore. Spesso nelle immagini sacre è raffigurato in ginocchio ai piedi della Madonna del Pozzo. Il suo martirologio romano recita: «A Villa Real presso Valencia in Spagna, san Pasquale Baylon, religioso dell’Ordine dei Frati Minori, che, mostrandosi sempre premuroso e benevolo verso tutti, venerò costantemente con fervido amore il mistero della Santissima Eucaristia». 

Leggi anche –> Il santo del giorno 16 maggio: Sant’Ubaldo di Gubbio

La vita di San Pasquale

San Pasquale nacque a Torrehermosa il 16 maggio 1540 in una famiglia di umile condizione. Da fanciullo fu il garzone di un allevatore di pecore. Manifestò fin da piccolo la sua vocazione spirituale trascorrendo le lunghe ore del pascolo del gregge in meditazione e preghiera. Imparò a leggere da autodidatta esercitandosi sui libri di preghiere. Il 2 febbraio 1564 fece la professione solenne dei voti come frate converso. Fu per anni addetto al servizio di portineria. L’eucaristia fu il centro della sua vita spirituale. San Pasquale scrisse una raccolta di sentenze per comprovare la reale presenza di Gesù Cristo nell’eucaristia ed il potere divino trasmesso al papa. Morì all’età di 52 anni, il giorno di Pentecoste, nel convento del Rosario a Villarreal, anche a causa delle frequenti mortificazioni corporali alle quali si sottoponeva.

Il culto di San Pasquale

Le spoglie di San Pasquale furono profanate e disperse durante la guerra civile spagnola e in parte furono successivamente recuperate nel 1952. Attualmente sono conservate presso il santuario dedicato al santo a Villarreal. Il santo viene considerato inoltre protettore di cuochi e pasticcieri perché, secondo la leggenda, sarebbe l’inventore dello zabaione. Nella tradizione popolare napoletana il nome di San Pasquale è spesso accostato all’universo femminile quale santo protettore e da qui l’invocazione: «San Pasquale Baylonne protettore delle donne, fammi trovare marito, bianco, rosso e colorito, come te, tale e quale, o glorioso san Pasquale!». A Nocera Superiore ogni anno, in occasione della festa del 17 maggio, si svolge il Concorso Internazionale dei Madonnari. La fiera del bestiame di San Pasquale Baylon a Laviano è la più grande e ricca di tutta la valle del Sele e dalla Bassa Irpinia. Attualmente la vendita di bestiame nella fiera è vietata, ma la tradizione continua anche se in vesti aggiornate.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 15 maggio: Sant’Isidoro l’agricoltore

Platì, un milione di euro per recuperare i beni confiscati alla ‘ndrangheta

Rai offerte di lavoro: l’azienda assume impiegati per la direzione acquisti a Roma