in

Il Santo del giorno 19 Novembre: Santa Matilde di Hackeborn

Il Santo del giorno 19 Novembre è Santa Matilde di Hackeborn. Matilde di Hackeborn fu monaca nell’abbazia di Helfta. È venerata come santa dalla Chiesa cattolica e da quella evangelica. Il nome Matilda deriva dal tedesco e vuol dire “forte in guerra”. Nelle immagini sacre viene spesso raffigurata con l’abito monacale e il bastone pastorale. Il suo martirologio romano recita: «Nel monastero di Helfta nella Sassonia in Germania, santa Mectilde, vergine, che fu donna di squisita dottrina e umiltà, illuminata dal dono divino della contemplazione mistica».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 16 Novembre: Santa Gertrude di Helfta

La vita di Santa Matilde di Hackeborn

Santa Matilde nacque tra il 1240 e il 1241 in Sassonia da una nobile famiglia. A sette anni iniziò a studiare presso il monastero benedettino di Rodersdorf in Svizzera. Nel frattempo la sua vocazione crebbe e la giovane decise di diventare suora. Nel 1258 il monastero fu trasferito ad Helfta in Germania. Qui Matilde si distinse per pietà e umiltà. Passava il suo tempo tra preghiera, lettura e lavoro manuale. Inoltre fu maestra di musica e di canto. Santa Matilde nel corso della sua vita ebbe delle visioni mistiche, raccolte nel “Libro della Grazia speciale”. All’interno del monastero anche altre suore scrissero diverse opere e  questi testi costituiscono il più ampio corpo unitario di scritti mistici di autrici femminili del XIII secolo. Santa Matilde morì ad Helfta il 19 novembre 1298.

Il culto del Santo del giorno

La sua opera letterarie di Santa Matilde si diffusero rapidamente. Tramite Boccaccio sappiamo che fin dal 1300, a Firenze, il suo libro era noto come Lode di Dama Matilde. Dante Alighieri quando incontra nel suo Purgatorio «una donna soletta che si gìa / e cantando e scegliendo fior da fiore / ond’era pinta tutta la sua via», forse pensava proprio a Santa Matilde, che con le sue opere aveva cantato l’amore di Dio.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 15 Novembre: Sant’Alberto Magno

Veronica Panarello Cassazione: per lei non è finita, presto inizierà un altro processo per calunnia

Movimento sardine, Modena dopo Bologna: cos’è e da dove nasce