in

Il Santo del giorno 20 settembre: Santi Martiri Coreani

Il giorno 20 settembre si ricordano i Santi Martiri Coreani. I Martiri Coreani sono religiosi e laici cattolici, vittime delle persecuzioni religiose avvenute in Corea tra il XVIII e il XIX secolo. Come emblema hanno la palma, simbolo del martirio. Il loro martirologio romano recita: «Memoria dei santi Andrea Kim Tae-gon, sacerdote, Paolo Chong Ha-sang e compagni, martiri in Corea. In questo giorno in un’unica celebrazione si venerano anche tutti i centotrè martiri, che testimoniarono coraggiosamente la fede cristiana, introdotta la prima volta con fervore in questo regno da alcuni laici e poi alimentata e consolidata dalla predicazione dei missionari e dalla celebrazione dei sacramenti. Tutti questi atleti di Cristo, di cui tre vescovi, otto sacerdoti e tutti gli altri laici, tra i quali alcuni coniugati altri no, vecchi, giovani e fanciulli, sottoposti al supplizio, consacrarono con il loro prezioso sangue gli inizi della Chiesa in Corea».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 19 settembre: San Gennaro

La storia dei Santi Martiri Coreani

La Chiesa cattolica coreana, fondata nel XVII secolo da alcuni laici, subì le prime persecuzioni alla fine del XVIII secolo. Dopo l’editto emanato da re Sunjo nel 1802 e le stragi di cristiani che ne seguirono, questi ultimi, rimasti senza guide spirituali, chiesero al papa di avere nuovi sacerdoti; solo nel 1837 però furono inviati il vescovo Lorenzo Imbert e i presbiteri Pietro Maubant e Giacomo Chastan, appartenenti alla Società per le Missioni Estere di Parigi, ma furono martirizzati due anni dopo. In seguito Andrea Kim Taegon ottenne l’ingresso nel paese di un vescovo e di un sacerdote, e da quel momento la presenza di religiosi cattolici divenne stabile nonostante le persecuzioni, che infuriarono fino al 1866 provocando la morte di più di diecimila martiri. Nel 1882 il governo concesse la libertà religiosa. Le loro spoglie, dal 1900 riposano nella cripta della Cattedrale di Myeong-dong.

Il culto del Santo del giorno

I martiri coreani furono canonizzati a Seul da papa Giovanni Paolo II il 6 maggio 1984. Altri 124 furono beatificati da papa Francesco il 16 agosto 2014. Del gruppo dei santi fanno parte Andrea Kim Taegon, primo presbitero coreano, e Paolo Chong Hasang, catechista, oltre a tre vescovi e otto sacerdoti missionari, membri della Società per le Missioni Estere di Parigi. La loro memoria liturgica è il 20 settembre. Del gruppo dei beati fanno parte Paolo Yun Ji-chung e 123 compagni, mentre la memoria liturgica non è collettiva ma legata alle singole celebrazioni.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 18 settembre: San Giuseppe da Copertino

Sondaggi politici di oggi, Euromedia Research: percentuali dei partiti al 19 settembre 2019

Friends 25 anni

Friends compie 25 anni, i festeggiamenti: a Roma arriva il famoso divano