in

Il Santo del giorno 22 febbraio: Santa Margherita da Cortona

Il santo di oggi, 22 febbraio, è Santa Margherita da Cortona. Margherita da Cortona è stata una religiosa italiana, appartenente al terzo ordine francescano. Nel 1728 è stata proclamata santa da papa Benedetto XIII. Santa Margherita è la protettrice delle prostitute pentite. Il nome Margherita deriva sia dal greco che dal latino e significa letteralmente perla. Nelle immagini sacre è spesso raffigurata con il saio francescano ed il velo bianco, in compagnia di un angelo consolatore o in estasi davanti al Cristo. Il suo martirologio romano recita: «A Cortona in Toscana, santa Margherita, che, fortemente scossa dalla morte del suo amante, lavò con una salutare vita di penitenza le macchie della sua giovinezza e, accolta nel Terz’Ordine di san Francesco, si ritirò nella mirabile contemplazione delle realtà celesti, ricolmata da Dio con superiori carismi».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 21 febbraio: San Pier Damiani

La vita di Santa Margherita da Cortona

Santa Margherita da Cortona nacque a Laviano nel 1247 da una famiglia di umili origini. Rimase presto orfana di madre e all’età di diciassette anni sposò un ricco mercante di Montepulciano, Arsenio, dal quale ebbe un figlio. Nel 1273 Arsenio durante una battuta di caccia venne aggredito e assassinato in seguito ad un agguato provocato dalle faide guelfo-ghibelline dell’epoca. Margherita, secondo la leggenda, seguì a piedi il cane di Arsenio e trovò il corpo dell’amato. Allontanata insieme al figlio dai famigliari del marito e rifiutata dal padre e dalla sua nuova moglie, dovette convertirsi. Si avvicinò ai francescani di Cortona e affidò la cura del figlio ai frati minori di Arezzo, e nel 1277 divenne terziaria francescana, dedicandosi esclusivamente alla preghiera ed alle opere di carità. Santa Margherita visse numerose crisi mistiche e visioni. Diede vita ad una congregazione di terziarie, dette le Poverelle, fondò nel 1278 un ospedale presso la chiesa di San Basilio e formò la Confraternita di Santa Maria della Misericordia, per le dame che intendevano assistere i poveri ed i malati. Santa Margherita morì a  Cortona il 22 febbraio 1297.

Il Culto di Santa Margherita da Cortona

Il culto di Santa Margherita da Cortona venne approvato da Innocenzo X  il 17 marzo 1653, ma fu canonizzata soltanto il 16 maggio 1728 da Benedetto XIII con l’appellativo di Nova Magdalena. La biografia redatta dal suo frate confessore Giunta Bevegnati, con i racconti delle numerose estasi e visioni di Santa Margherita, ha contribuito a renderla una delle sante più popolari dell’Italia centrale. Il suo corpo è conservato a Cortona, nella basilica a lei dedicata, in un’urna d’argento collocata sopra l’altare maggiore. Alla figura di Santa Margherita da Cortona è ispirato il film storico del 1950 che porta appunto il suo nome, Margherita da Cortona, diretto da Mario Bonnard. Licinio Refice compose un’opera lirica in un prologo e tre atti intitolata anch’essa Margherita da Cortona.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 20 febbraio: Santa Giacinta Marto

Elenoire Casalegno: corpo semi nudo in mostra su Instagram, curve che sbalordiscono! (FOTO)

Zoomarine offerte di lavoro: 500 nuove assunzioni nel parco divertimenti per la stagione 2019