in

Il Santo del giorno 24 aprile: San Fedele da Sigmaringen

Il Santo di oggi, 24 aprile, è San Fedele da Sigmaringen. Fedele da Sigmaringen è stato un missionario cappuccino tedesco attivo nelle zone protestanti dell’Europa centrale. Beatificato come martire nel 1729, fu proclamato santo da papa Benedetto XIV nel 1746. Il nome Fedele deriva dal latino e significa fidato e devoto. Il simbolo con cui viene rappresentato nelle immagini sacre è quello della palma. Il suo martirologio romano recita: «San Fedele da Sigmaringen, sacerdote e martire, che fu dapprima avvocato e, entrato poi tra i Frati Minori Cappuccini, condusse un’austera vita di veglie e di preghiera. Assiduo nella predicazione della parola di Dio, fu mandato nei territori dell’odierna Svizzera per consolidarvi la retta dottrina e per la sua fede cattolica incontrò la morte a Seewis per mano di alcuni eretici». 

Leggi anche –> Il Santo del giorno 21 aprile: Sant’Anselmo d’Aosta

La vita di San Fedele

San Fedele nacque a Sigmaringen il 1º ottobre 1577 da una famiglia di origine fiamminga. Fedele  studiò prima presso il collegio gesuita di Friburgo, dove si laureò in filosofia, poi presso l’università della stessa città, dove conseguì il dottorato in diritto. San Fedele iniziò a dedicarsi all’attività forense, ma rimase presto deluso da quella professione. Dopo un anno decise di entrare, insieme a suo fratello, tra i cappuccini del convento di Friburgo. Poco dopo Fedele divenne sacerdote. Divenne presto celebre a causa di alcuni pamphlet anti-calvinisti ed anti-zwingliani, tanto che il vescovo di Coira nel 1614 gli richiese di formare un gruppo di frati missionari per cercare di contenere il dilagare delle idee protestanti nella sua diocesi. Il 24 aprile del 1622 morì a causa di un’aggressione da parte della folla fuori da una chiesa nella quale aveva appena terminato di celebrare la messa.

San Fedele e l’ordine dei cappuccini

L’Ordine dei frati minori cappuccini è uno dei tre ordini mendicanti maschili di diritto pontificio, che oggi costituiscono la famiglia francescana. San Fedele faceva parte dei cappuccini e seguiva le regole dell’ordine. L’ordine nacque intorno al 1520 circa, quando il frate francescano osservante San Matteo da Bascio si convinse che lo stile di vita condotto dai francescani del suo tempo non era quello che San Francesco aveva immaginato. Egli desiderava ritornare allo stile di vita originario in solitudine e penitenza come praticato dal fondatore del suo ordine. I cappuccini, fin dalle origini del loro ordine, si segnalarono per un attaccamento particolare nei confronti della preghiera e per la cura dei poveri e degli ammalati. Caratteristica è proprio la loro vicinanza agli ultimi delle città e delle campagne, adottando uno stile omiletico semplice e impregnato di quotidianità. I cappuccini furono molto attivi anche nelle missioni.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 22 aprile: San Teodoro il Siceota

Taylor Mega Instagram: la sensuale foto in topless in Vietnam eccita e divide i follower

Autostrade in tempo reale oggi: traffico, incidenti, cantieri giovedì 24 aprile 2019