in

Il Santo del giorno 24 febbraio: Sant’Etelberto

Il santo di oggi, 24 febbraio, è Sant’Etelberto. Etelberto del Kent è stato un sovrano anglosassone, re del Kent dal 580 o 590 fino alla morte. Nella cronaca anglosassone viene definito il primo Bretwalda. Dopo la sua morte, fu canonizzato e viene celebrato come Santo il 24 febbraio. Il nome Etelberto deriva dall’anglosassone e significa letteralmente nobile bello e brillante. Nelle immagini sacre è rappresentato con i simboli della corona e dello scettro. Il suo martirologio romano recita: «A Canterbury in Inghilterra, sant’Etelberto, re del Kent, che il vescovo sant’Agostino convertì, primo tra i principi inglesi, alla fede di Cristo».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 23 febbraio: San Policarpo

La vita di Sant’Etelberto

Sant’Etelberto nacque intorno al 552. Figlio di Eormenric, secondo la Cronaca anglosassone successe al padre sul trono del Kent. Ad un certo punto Etelberto cercò inutilmente di strappare a Ceanwlin il dominio del Wessex. La sua condizione fu accresciuta dal matrimonio con Berta, figlia del merovingio Cariberto, re dei Franchi. Quest’unione, infatti, gli procurò un’alleanza con la più grande potenza europea del tempo. L’influenza di Berta lo portò ad incontrare la fede cristiana.  Sant’Agostino giunse sull’isola di Thanet nel 597 ed Etelberto lo incontrò per la prima volta sotto una quercia: secondo le sue credenze, in questo modo egli avrebbe dissipato tutta la magia che i cristiani avrebbero potuto esercitare. Sebbene una tradizione dica che Agostino abbia battezzato Etelberto appena pochi giorni dopo il suo arrivo nel Kent, una lettera di Papa Gregorio a Berta suggerisce che ciò non sarebbe avvenuto prima del 601. In ogni caso, furono fondate chiese e convertite migliaia di persone. Etelberto creò nel Kent anche il primo codice legislativo anglosassone scritto, che prevedeva la protezione della Chiesa e l’istituzione di un complesso sistema di indennità. Morì tra il 616 e il 618.

Il culto di Sant’Etelberto

Anche se San Etelberto del Kent morì il 24 febbraio e nel Martirologio Romano è sempre stato commemorato in questa data, in Inghilterra veniva di solito celebrato il 25 febbraio, o il 26, così da non coincidere con la festività di san Mattia, da sempre ricordato il 24. Questo slittamento di data non fu più necessario quando con la riforma del Calendario del 1969 la festa di san Mattia fu spostata al 14 maggio. Etelberto è un nome proprio di persona italiano maschile, ed è poco diffuso in Italia. Le pochissime persone che hanno questo nome si trovano soprattutto nel Nord. Si tratta di un nome popolare soprattutto in Inghilterra, in quanto venne portato da alcuni personaggi importanti della storia inglese, fra cui appunto Sant’ Etelberto del 24 febbraio. Dopo la conquista normanna, il nome però andò in disuso.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 22 febbraio: Santa Margherita da Cortona

Scomparsa a Salemi, emerso l’inferno vissuto da Angela Stefani: la terribile indiscrezione

Pisa, ladri rompono vetro dell’auto: a bordo però c’è un bimbo di 5 mesi che dorme