in

Il Santo del giorno 26 settembre: Santi Cosma e Damiano

Oggi, 26 settembre, si celebrano i Santi Cosma e Damiano. Cosma e Damiano, noti anche come i Santi medici, sono stati due medici romani. Morirono come martiri sotto l’impero di Diocleziano. Sono venerati da tutte le Chiese cristiane che ammettono il culto dei santi. I due Santi sono protettori dei medici, dei chirurghi, dei farmacisti e dei parrucchieri. Il nome Cosma deriva dal greco e vuol dire “riflessivo, ponderato”; invece il nome Damiano deriva dal greco e vuol dire “discendente di Damia”. I loro simboli sono: la palma e gli strumenti chirurgici. Il loro martirologio romano recita: «Santi Cosma e Damiano, martiri, che si ritiene abbiano esercitato a Cirro nella provincia di Eufratesia, nell’odierna Turchia, la professione di medici senza chiedere alcun compenso e abbiano sanato molti con le loro gratuite cure».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 25 settembre: San Cleofa

La vita dei Santi Cosma e Damiano

La tradizione descrive i Santi Cosma e Damiano come fratelli gemelli e medici. Sempre secondo la tradizione i due medici erano in grado di operare prodigiose “guarigioni” e “miracoli” e la loro azione era completamente gratuita nei confronti di tutti. I due erano originari dell’Arabia e appartenevano ad una ricca famiglia. Dopo aver appreso l’arte medica nella provincia romana della Siria, praticarono la loro professione in Cilicia. Durante le persecuzioni dei cristiani promosse dall’imperatore Diocleziano furono fatti arrestare dal prefetto di Cilicia, Lisia. I Santi subirono un feroce martirio e alla fine furono decapitati nei pressi di Antiochia.

Il culto del Santo del giorno

Il culto dei Santi Cosma e Damiano iniziò subito dopo loro la morte. Attualmente i due Santi vengono festeggiati in diverse zone d’Italia. Questi due Santi sono venerati a Caprara d’Abruzzo, con una festa in loro onore che si svolge la seconda domenica di ottobre.  A Palermo è caratteristica la festa dei Santi Cosma e Damiano, patroni della borgata di Sferracavallo. La processione dei santi si svolgeva con grande affluenza di fedeli e con passo veloce per portare i simulacri dei santi a tutti gli ammalati che ne avessero fatto richiesta. La devozione è testimoniata dai numerosi ex voto. In provincia di Frosinone nel Lazio il loro culto è diffuso a Pontecorvo dove i festeggiamenti si svolgono il 25 e 26 settembre di ogni anno. In onore dei santi fu eretto un santuario più di 1000 anni fa, situato in una frazione dedicata anch’essa ai due santi. I festeggiamenti hanno inizio solo quando le processioni organizzate dai paesi confinanti, giungono al santuario.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 24 settembre: San Pacifico da San Severino

Miriam Leone Instagram, splendida all’anteprima di “1994”: «Una diva di altri tempi!»

Sciopero Atac Roma oggi 26 settembre: orari, modalità e motivazioni