in

Il Santo del giorno 28 aprile: San Luigi Maria Grignion da Montfort

Il Santo di oggi, 28 aprile, è San Luigi Maria Grignion da Montfort. Luigi Maria Grignion de Montfort è stato un prete francese, fondatore della Compagnia di Maria e delle Figlie della Sapienza. Il nome Luigi ha origine tedesca e significa «uomo illustre». Fu proclamato santo da papa Pio XII nel 1947 e nel 2000, sotto il pontificato di papa Giovanni Paolo II, fu aperta una causa, tuttora in corso, per proclamarlo dottore della Chiesa. Il suo martirologio romano recita: «San Luigi Maria Grignion de Montfort, sacerdote, che percorse le terre della Francia occidentale proclamando il mistero della Sapienza Eterna; fondò Congregazioni, predicò e scrisse sulla croce di Cristo e sulla vera devozione a Maria Vergine e ricondusse molti a una vita di penitenza; nel villaggio di Saint-Laurent-sur-Sèvre in Francia pose, infine, termine al suo pellegrinaggio terreno».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 27 aprile: Santa Zita (Cita) Vergine 

La vita di San Luigi

San Luigi nacque il 31 gennaio 1673 a Montfort-la-Cane, vicino a Rennes, in Bretagna. Luigi Maria era il secondogenito di diciotto figli. Nel 1684, all’età di 11 anni, si iscrisse alla scuola del collegio gesuita “Saint-Thomas” di Rennes e nel 1690 completò gli studi classici-umanistici. Poi studiò per due anni filosofia e nel 1692 lasciò il collegio Saint-Thomas per dirigersi a Parigi, dove frequentò il seminario della chiesa di Saint-Sulpice. Il 5 giugno 1700, anno del Giubileo, venne ordinato sacerdote. Nel 1701 questi venne nominato cappellano dell’ospedale di Poiters. San Luigi Maria qui fondò la Congregazione delle Figlie della Sapienza e la Compagnia di Maria. Tornò poi a Parigi e forte dell’esperienza di Poitiers, volle occuparsi dei malati dell’ospedale generale Salpêtrière. Questa volta non fu gradito dall’amministrazione e venne allontanato. Deluso dalla pessima ospitalità che ricevette a Parigi, si recò dagli eremiti di Mont-Valérien, per dedicarsi esclusivamente alla preghiera. A Mont-Valérien divenne il sacerdote della comunità. Nel 1706 riuscì a incontrare papa Clemente XI a Roma. Quest’ultimo lo nominò quindi missionario apostolico. Nel 1976 Luigi Maria si ammalò di polmonite e morì il 28 aprile.

Il Culto di San Luigi

San Luigi era morto «in fama di santità» e la gente iniziò ad andare in pellegrinaggio alla sua tomba a Saint-Laurent-sur-Sèvre. Gli furono attribuiti miracoli di guarigione, i devoti lo pregavano per ottenere grazie, ma soprattutto continuavano a partecipare alle missioni dettate con frequenza dai pochi missionari della Compagnia di Maria, secondo il metodo del loro fondatore. A differenza del ramo maschile, le Figlie della Sapienza ebbero subito un grande sviluppo proprio perché venivano richieste dagli ospedali e dalle scuole. Dopo la beatificazione la dottrina di Luigi Maria divenne oggetto di studio e di ispirazione per la Chiesa, soprattutto per le molte Congregazioni missionarie che nacquero tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 26 aprile: San Cleto (Anacleto) papa

Ezio Greggio, fidanzata Romina Pierdomenico ha 39 anni in meno: «La differenza di età non è un problema»

Chiara Ferragni risponde agli haters su Instagram con uno scatto bollente: la didascalia è memorabile