in

Il Santo del giorno 30 aprile: San Pio V Papa

Il Santo di oggi, 30 aprile, San Pio V Papa. Papa Pio V, al secolo Antonio Ghislieri  è stato il 225º vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica. Teologo ed inquisitore domenicano, operò per la riforma della Chiesa secondo i dettami del Concilio di Trento. Il nome Pio significa letteralmente devoto, religioso, pietoso. Nelle immagini sacre San Pio V è raffigurato insieme a tre simboli: la tiara, il camauro e il bastone pastorale. Il suo martirologio romano recita: «San Pio V, papa, che, elevato dall’Ordine dei Predicatori alla cattedra di Pietro, rinnovò, secondo i decreti del Concilio di Trento, con grande pietà e apostolico vigore il culto divino, la dottrina cristiana e la disciplina ecclesiastica e promosse la propagazione della fede. Il primo di maggio a Roma si addormentò nel Signore.»

Leggi anche –> Il Santo del giorno 28 aprile: San Luigi Maria Grignion da Montfort

La vita di San Pio V

Antonio Ghislieri nacque a Bosco il 17 gennaio 1504. Antonio entrò a quattordici anni nel convento domenicano di Voghera, assumendo il nome di Michele. Compì in seguito il noviziato presso il convento di Vigevano. Nel 1528 fu ordinato sacerdote a Genova dal cardinale Innocenzo Cybo. L’11 ottobre 1542 fu nominato commissario e vicario inquisitoriale per la diocesi di Pavia, ricevendo così il primo incarico nell’attività cui avrebbe dedicato fino alla morte tutte le sue energie. Antonio Michele Ghislieri fu eletto papa il 7 gennaio 1566. Fu il terzo frate domenicano a salire al Soglio pontificio. Il 19 gennaio 1567 San Pio V Papa obbligò gli ebrei a vendere tutte le loro proprietà e gli immobili acquistati durante il pontificato del predecessore. Il 26 febbraio 1569 ordinò l’espulsione di tutti gli Ebrei dallo Stato Pontificio, ad esclusione di coloro che accettavano di risiedere nei ghetti di Roma. San Pio V fu anche un rigido oppositore del nepotismo. San Pio V, spossato da una grave ipertrofia prostatica, morì la sera del 1º maggio 1572, all’età di 68 anni. Il 9 gennaio 1588 le sue spoglie furono trasferite dal Vaticano alla Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma.

Il Culto di San Pio V Papa

Nel 1616 papa Paolo V, su istanza dell’Ordine domenicano, diede inizio al processo canonico di beatificazione di Pio V. Nel 1624 papa Urbano VIII acconsentì ad aprire i processi che riconobbero la fama di santità del papa e otto miracoli, di cui due compiuti in vita. San Pio V fu beatificato da papa Clemente X il 1º maggio 1672. Nel 1695 venne richiesto l’esame di altri due miracoli: le guarigioni della bambina paralitica Margherita Massi e di Isabella Ricci, in pericolo di vita a causa di un aborto spontaneo. Approvata la relazione dei miracoli  Pio V fu canonizzato nella Basilica di San Pietro il 22 maggio 1712 da papa Clemente XI. La sua festa liturgica fu fissata al 5 maggio, ma dal 1969, con la riforma del calendario liturgico, la ricorrenza fu fissata al 30 aprile.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 27 aprile: Santa Zita (Cita) Vergine

Chi è Annachiara Zoppas, presto sposa di Vittorio Brumotti

Manduria, pensionato ucciso: otto fermi, sei minorenni