in

Il Santo del giorno 6 ottobre: San Bruno di Colonia

Oggi, 6 ottobre, si celebra San Bruno di Colonia. Bruno di Colonia è stato un monaco cristiano tedesco, fondatore dell’Ordine Certosino. Spesso viene chiamato anche Brunone. Il Santo del giorno è patrono della Lituania e compatrono della Calabria. Il nome Bruno fa riferimento al colore della carnagione. Il suo martirologio romano recita: «San Bruno, sacerdote, che, originario di Colonia in Lotaringia, nel territorio dell’odierna Germania, dopo avere insegnato la teologia in Francia, desideroso di condurre vita solitaria, fondò con pochi discepoli nella deserta valle di Chartroux un Ordine, in cui la solitudine eremitica si combinasse con una minima forma di vita comunitaria. Chiamato a Roma dal papa beato Urbano II, perché lo aiutasse nelle necessità della Chiesa, riuscì tuttavia a trascorrere gli ultimi anni della sua vita in un eremo vicino al monastero di La Torre in Calabria».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 5 ottobre: San Placido 

La vita di San Bruno di Colonia

San Bruno nacque a Colonia nel 1030. Ancora giovane andò a Reims, dove fin dal 1057 il vescovo Gervasio gli affidò la direzione della scuola di cui era stato allievo. In quegli anni nacque la sua vocazione alla vita monastica. Si recò così presso l’eremo di Molesme, sotto la guida di San Roberto. Successivamente, con sei compagni, cercò un luogo solitario per costruirvi un suo monastero. Il primo monastero fu fondato nell’estate dell’anno 1084 in una zona montana e boschiva a 1175 m di altitudine. Sei anni dopo Papa Urbano II lo convocò a Roma, al servizio della Santa Sede. Bruno, ormai abituato alla preghiera solitaria, non si trovò a suo agio nell’ambiente della corte pontificia. Quando Urbano II fuggì da Roma, Bruno si trasferì con la corte papale nell’Italia meridionale. In Calabria Bruno fondò l’eremo di Santa Maria. Il Santo trascorse nell’eremo di Santa Maria una vita contemplativa in solitudine. Morì il 6 ottobre 1101.

Il culto del Santo del giorno

Il Papa Leone X autorizzò, il 19 luglio 1514, il culto di San Bruno e il 17 febbraio 1623 Gregorio XV ne estese il culto alla Chiesa universale. L’Ordine certosino è stato fondato da San Bruno nel 1084 in Francia, con la creazione del primo monastero, la Grande Chartreuse. La caratteristica principale della vita certosina consiste nell’unione di uomini solitari che vivono in una piccola comunità. Questa caratteristica si è conservata attraverso i secoli. Lo stemma dell’Ordine è formato da un globo sormontato da una croce e circondato da una cerchia di sette stelle.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 4 ottobre: San Francesco d’Assisi

Sondaggi politici, Conte tiene botta e la Meloni supera Salvini: non mancano altre sorprese 

Temptation Island Vip, Delia Duran fuori di seno durante il bagno in mare: e Riccardo tocca!