in

Il Santo del giorno 8 agosto: San Domenico di Guzman

Il Santo di oggi, 8 agosto, è San Domenico di Guzman. Domenico di Guzman, è stato un prete spagnolo, fondatore dell’Ordine dei frati predicatori, proclamato santo nel 1234. E’ il patrono degli astronomi. I suoi simboli sono: la stella sulla fronte, il giglio, il cane e il libro. Il nome Domenico deriva dal latino e vuol dire ” consacrato al Signore”. Il suo martirologio romano recita: «Memoria di San Domenico, sacerdote, che, canonico di Osma, umile ministro della predicazione nelle regioni sconvolte dall’eresia albigese, visse per sua scelta nella più misera povertà, parlando continuamente con Dio o di Dio. Desideroso di trovare un nuovo modo di propagare la fede, fondò l’Ordine dei Predicatori, al fine di ripristinare nella Chiesa la forma di vita degli Apostoli, e raccomandò ai suoi confratelli di servire il prossimo con la preghiera, lo studio e il ministero della parola. La sua morte avvenne a Bologna il 6 agosto».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 7 agosto: Sant’Alberto degli Abati

La vita di San Domenico di Guzman

San Domenico nacque intorno al 1170 a Caleruega. Inizialmente fu educato in famiglia poi fu  inviato a Palencia, dove frequentò corsi regolari di arti liberali e teologia per dieci anni. Terminati gli studi, all’età di 24 anni seguì la sua vocazione ed entrò tra i canonici regolari della cattedrale di Osma. Qui venne consacrato sacerdote dal vescovo Martino di Bazan. San Domenico rimase in Linguadoca a Prouille, nel paese dei Catari, come missionario, per oltre dieci anni, collaborando col vescovo di Tolosa, Folchetto di Marsiglia. Come legato papale cercò sempre di convertire gli eretici con semplici riconciliazioni. San Domenico voleva dare l’esempio vivendo in umiltà e povertà come gli albigesi e così maturò l’idea di fondare un nuovo ordine religioso. Il 22 dicembre 1216 Papa Onorio III conferì l’approvazione ufficiale e definitiva all’ordine fondato da Domenico. Nacque così l’ordine dei frati predicatori. Domenico morì il 6 agosto 1221 a Bologna.

Il culto del Santo del giorno

San Domenico fu canonizzato da Papa Gregorio IX il 13 luglio 1234 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta a Rieti. Le sue spoglie riposano in una preziosa arca marmorea, presso l’omonima basilica di Bologna. A Roma, nel chiostro del convento della Basilica di Santa Sabina all’Aventino, è presente una pianta di arancio che, secondo la tradizione, San Domenico portò con sé dalla Spagna. Dante lo ricorda come figura basilare nella storia della Chiesa Cattolica. La figura di San Domenico è presente nel canto XII del Paradiso. E’ San Bonaventura da Bagnoregio a raccontare la vita del Santo del giorno a Dante.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 6 agosto: Trasfigurazione del Signore

Serena Mollicone, suicidio brigadiere Tuzi: spunta intercettazione inedita “dopo 9 anni”

Grecia, scienziata scomparsa trovata morta: mai più tornata dopo jogging