in

Il tradimento smascherato dal timbro di voce: uno studio lo dimostra

Anche il più grande menzognero, abile bugiardo e ipocrita incallito può essere smascherato. Come? Dal timbro e tono di voce usati durante una normale conversazione. E’ quanto afferma l’équipe di Susan Hughes, docente di psicologia all’Albright College (USA), secondo cui è la voce a smascherare un eventuale tradimento.voce al telefono

L’assunto da cui è partita la ricerca è il seguente: uomini e donne usano una voce ‘diversa’ quando parlano al telefono con il proprio partner (o con qualcuno con cui sono coinvolti emotivamente) rispetto a quella usata con i propri amici e, in particolare, nel corso di conversazioni romantiche, tendono a imitare il tono dell’interlocutore, cercando inconsciamente di aumentare il grado di intimità tra chiamante e ricevente, atteggiamento che gli esperti definiscono “il desiderio di intimità e affiliazione”. Ciò dimostrerebbe, quindi, che timbro e tono della voce potrebbero svelare la verità in merito a qualche scappatella. Gli esiti di questo studio sono stati pubblicati nella rivista “Journal of Nonverbal Behavior” e spiegano che i ricercatori hanno reclutato 24 persone che si dichiaravano innamorate da poco e hanno chiesto loro di telefonare al proprio partner e a un amico, iniziando in entrambi i casi la conversazione con le domande “Come stai?” e “Cosa stai facendo?”. Le registrazioni di queste telefonate sono state ascoltate da 80 sconosciuti i quali le hanno valutate per sensualità, piacevolezza e grado di “coinvolgimento romantico”, riuscendo perfettamente a distinguere, benché l’ascolto di ognuna durasse pochi secondi, se il chiamante si stesse rivolgendo ad un amico/a o ad un/a amante.

Come conferma la dottoressa Hughes:“I campioni vocali rivolti al partner sono stati identificati come molto più piacevoli, sexy e interessanti rispetto a quelli rivolti agli amici”.

 

 

 
 
 

 

 
 

 

 

Chiude lo Spazio FORMA a Milano: città sempre più misera

Justin Bieber e Selena Gomez

Justin Bieber e Selena Gomez: ritorno di fiamma