in

Il vino italiano cresce: fatturato a 9 miliardi di euro (+5%)

Durante l’inaugurazione della fiera del Vinitaly a Verona emerge l’analisi della Coldiretti sul fatturato del vino con il marchio made in Italy per l’anno 2012, che incrementa le sue entrate del 5% toccando il record dei 9 miliardi di euro di fatturato. Il Presidente della Coldiretti Sergio Marini, dichiara che questo dato “è il risultato dell’aumento del 6,5% nelle esportazioni per una cifra pari a 4,7 miliardi alla quale si aggiungono i 4,2 miliardi della leggera crescita registrata dal mercato interno pari al +2%”. La grande capacità di innovazione degli imprenditori di settore hanno fatto si di conquistare nuovi mercati nonostante la crisi economica che incombe sul nostro paese.

Le case vinicole con i loro parametri di qualità e genuinità assoluti, sviluppati in modelli aziendali a misura d’uomo, hanno portato nuovi processi di sviluppo nel territorio in questo settore, che vanno dal ritorno al vino dei Celti fino al primo vino d’orchestra, oltre che al vino invecchiato negli abissi marini oppure quello invecchiato nei ghiacciai.

Si va inoltre dallo spumante dietetico al primo “spumante” in polvere d’oro, uno spumante con piccole stelle d’oro che fluttuano allo scopo di non alterare il profumo e il gusto dello spumante stesso, e non rappresentano soltanto un fatto estetico ma anche delle virtù terapeutiche e proprietà antiossidanti possedute dal metallo prezioso.  Con lo spumante in polvere d’oro la Coldiretti ha brindato al successo dei dati e della fiera.

Written by mbarbie1970

42 anni, Contabile d'Azienda, convivente, un figlio, dal 1990 nel settore commercio; dal 1995 settore industriale; freelance publishing, gestore ed amministratore del sito notiziemercatimondiali.com.
Appassionato esperto di borse e mercati finanziari, azioni, opzioni e futures.

Su Rai 1 la fiction “L’ultimo Papa Re” con Gigi Proietti

Bambini Uccisi Bombardamenti Siria

Strage di bambini in Siria