in ,

Immigrati, EmergencyBnB: 34enne statunitense inventa un sito per ospitare i profughi

Amr Arafa non presta attenzione alla retorica incendiaria da palco sugli immigrati che si è scatenata durante le elezioni 2016 negli Stati Uniti. Il 34enne originario dell’Egitto crede fermamente che il fenomeno dell’immigrazione sia qualcosa di più profondo rispetto alla politica. Ospitalità e generosità, in una sola parola sentimenti. Stando alle dichiarazioni di Arafa, inventore dell’AirBnB per i profughi, si tratta di prendersi le responsabilità in prima persona. L’onere, secondo il 34enne, non deve ricadere solo sul legislatore, ma la gente comune deve partecipare attivamente.

Nel corso dell’ultimo anno, Arafa ha aperto gratuitamente il suo appartamento nel quartiere Foggy Bottom di Washington a profughi e vittime di violenza domestica. Da qui l’idea di lanciare un sito web per connettere gli americani interessati ad attivarsi in questo senso. Il concetto del sito, chiamato EmergencyBnB, è molto semplice ed assomiglia ad Airbnb. Le persone mettono a disposizione le loro case oppure una camera da letto per gli immigrati in difficoltà. Il sito web è ancora in una fase nascente e Arafa sta lavorando per migliorarlo.

Arafa, originario dell’Egitto, si è trasferito negli Stati Uniti nel 2005 per frequentare una scuola di specializzazione ed ha trascorso nel paese gran parte degli ultimi 11 anni, lavorando per ottenere visti di istruzione e di lavoro temporaneo che ogni anno devono essere rinnovati. Ora possiede una società di gestione aziendale e di consulenza. Nel 2015 ha ottenuto la carta verde che gli ha permesso di andare a trovare la madre in Egitto. “Tutto è cominciato quando ho avuto questa carta verde. Un documento che ti da una stabilità incredibile. Quella carta mi ha permesso di vedere mia madre per la prima volta dopo otto anni – così Arafa ai giornalisti del Washington Post – Dopo essere tornato dall’Egitto avevo un’energia positiva dentro di me. Volevo solo aiutare le persone per raggiungere questa stabilità“.

ruby e rosie gemelle siamesi sopravvissute e separazione

Ruby e Rosie, gemelle siamesi sopravvissute all’operazione: la loro voglia di vivere ha vinto su ogni ostacolo

Dove vedere Israele Italia

Dove vedere Israele – Italia: ora diretta tv, streaming gratis Qualificazione Mondiale 2018