in ,

Immigrati Sicilia, Pozzallo: 45 salme estratte dal barcone

Sicilia – Sono 45 le salme recuperate dal barcone sbarcato ieri nel porto di Pozzallo. L’ennesima tragedia del mare di immigrati ha dunque un bilancio peggiore di quanto le prime informazioni avessero dato. Si pensava a 30 persone decedute nel Mediterraneo.

immigrati sulle nostre coste

La fregata della Marina Militare italiana impegnata nell’operazione Mare Nostrum ha trainato con una semplice fune per il mare la modesta imbarcazione, fino a condurla mestamente nel porto siciliano. Ieri, quando i medici legali, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine sono riuscite ad andare sotto coperta dalla bagnarola giunta nel porto ragusano, hanno trovato uno spettacolo terribile. Come una fossa comune, hanno dichiarato. 45 salme, ammassate l’una all’altra.

Tutti uomini dell’Africa centrale, morti verosimilmente per asfissia e per le esalazioni tossiche dei motori che la carretta del mare riversava nello scafo della piccola imbarcazione. Una ventina di metri al massimo, senza coperture. Si di essa hanno viaggiato 600 persone: 45 sono sono giunte a Pozzallo morte. Ora le salme sono state sistemate in una cella frigorifera e sono a disposizione dei magistrati e dei medici legali.

Stefania Giannini piattaforma per docenti "INDIRE"

Riforma scuola ministro Stefania Giannini: contratto insegnanti a 36 ore settimanali e premi

Campagna di denuncia abusi infantili shock: principesse Disney baciate dai loro padri