in ,

Immigrazione, un’altra tragedia: almeno 30 morti su un barcone nel canale di Sicilia

Altra, ennesima tragedia dell’immigrazione. Su un barcone intercettato nel Mediterraneo sono stati trovati almeno 30 cadaveri di uomini e donne stipati sotto coperta. Probabilmente sono morti per asfissia. La bagnarola avrebbe a bordo circa 600 persone ed è ora scortata dalla Marina Militare verso il porto di Pozzallo, in Sicilia, dove giungerà nella tarda mattinata di domani. L’avvistamento della barca carica di migranti era stato effettuato dalla fregata Gracale, una delle 8 a disposizione della flotta italiana.

emergenza immigrati

Una volta saliti sull’imbarcazione, i militari sono venuti a conoscenza della tragedia che vi si era compiuta. Almeno 30 tra uomini, donne e bambini sono infatti stati trovati morti sotto coperta, stipati come topi. E’ quasi sicuramente l’asfissia che li ha uccisi. Viste le condizioni e il luogo dove sono stati trovati non è stato possibile un conteggio esatto delle salme.

Ora la nave è scortata verso il porto siciliano di Pozzallo dove dovrebbe arrivare intorno alle 11 del mattino di domani. Da venerdì, le ricognizioni nel Mediterraneo hanno salvato circa 5000 migranti partiti dalle coste del Nord Africa

calciomercato news Milan

Milan: pronta un’offerta per Dzemaili

perchè visitare salento

Vacanza nel Salento: 5 motivi per scegliere questa terra