in ,

IMU e Tasi 2019: come ottenere la visura catastale

Nuovo anno nuove tasse, che cambiano soprattutto qualitativamente. Nasce la nuova tassa unica sulla casa, si tratterebbe dell’ultima versione dell’IMU, come stabilito dalla legge di bilancio 2019, è prevista un’aliquota massima all’11,4 per mille. La novità è stata introdotta dall’emendamento di modifica alla Manovra ed è stato presentato dalla Lega. Lo scopo sarebbe quello di ridurre e semplificare più di 200 mila aliquote dei tributi locali sulla casa che ad oggi sono in essere.

La nuova IMU comporta una importante semplificazione perché prevede l’unificazione delle tasse sulla casa, ma anche le seconde case, negozi, capannoni, garage, in questo modo si dovrebbe riuscire a snellire il pagamento delle imposte sul mattone da parte dei cittadini che dal 2014 è diventato molto più problematico e non ha fatto che aggrovigliare sempre di più la situazione.

Per il momento però la tassa unica sulla casa resta solo una proposta fatta dalla maggioranza e non è ancora stata votata in parlamento e quindi inserita in via definitiva nel testo della legge di bilancio per il 2019. Ma a prescindere da questo l’IMU andrà pagata anche nel 2019, sarà quindi meglio farsi trovare pronti e capaci di ottenere anche la propria visura catastale così da avere tutti i dati necessari al calcolo dell’imposta.

Visure catastali 2019

Nella visura catastale si raccolgono tutte le informazioni ottenute dalla consultazione di atti e documenti che sono custoditi al catasto e fanno riferimento a terreni e fabbricati sul territorio italiano. In particolare quando se ne richiede una è per ottenere alcune informazioni specifiche che per esattezza sono 4:

  • informazioni su localizzazione e profilo reddituale di terreni e fabbricati;
  • informazioni anagrafiche sui proprietari di terreni e fabbricati;
  • mappe catastali dei terreni e planimetrie delle abitazioni;
  • documenti riguardanti gli aggiornamenti delle registrazioni catastali.

Per i proprietari di terreni o fabbricati ottenere la visura catastale per i propri beni è un servizio che si ottiene in maniera gratuita e questo facilita anche chi deve pagare tasse come l’IMU e ha quindi bisogno di fare una visura catastale.

Per chi non è proprietario la visura ha un costo da sostenere, per farla bisogna rivolgersi ad alcuni precisi canali come l’Ufficio Provinciale dell’Agenzia delle Entrate, gli uffici del catasto, nelle associazioni di comuni e nelle comunità montane. Se ne può fare richiesta anche online sul sito dell’agenzia delle entrate grazie alla piattaforma sister.

Ecco invece un elenco delle informazioni che possono essere incluse nel documento:

  • l’indirizzo, completo di tutte le informazioni necessarie a identificare la proprietà (come via, scala, piano e interno);
  • la zona censuaria, vale a dire la zona del Comune dove sorge l’immobile;
  • la categoria e la classe, cioè informazioni riguardanti il tipo di immobile e la sua redditività;
  • la consistenza, che fa riferimento alla grandezza dell’immobile e che, a seconda della categoria, è espressa in vani, in metri quadrati o in metri cubi;
  • la rendita, calcolata in base a categoria, consistenza, classe e zona censuaria.

Se si trattasse di terreni invece, è possibile conoscere qualità e classe, ovvero la destinazione d’uso e la produttività. Inoltre è possibile conoscere la superficie espressa in ettari are e centiare, il reddito agricolo e il reddito dominicale.
Ottenere una visura catastale, oggi, è molto più semplice che in passato grazie ai servizi online che permettono di richiedere questa documentazione con pochi semplici clic. Il vantaggio più grande dell’utilizzare questi servizi è l’enorme risparmio in termini di tempo. Basti pensare che è possibile fare tutto online: basterà richiedere la visura catastale di proprio interesse e, non appena ricevuta la documentazione, stamparla autonomamente. Una soluzione semplice, economica ed efficace specialmente per chi non dispone di molto tempo a disposizione per poter girare per gli uffici della propria città.

Reddito di cittadinanza 2019, come funziona la RDC card: «I soldi non spesi tornano allo Stato!»

Stefania Crotti trovata carbonizzata: pista passionale, ci sarebbe un sospettato