in

Imu, Tares ed Iva aumenti nel 2013 e consumi in calo

Cosa succederà quando scatterà l’aumento dell’Iva al 22%? Ciò che sta accadendo oggi per quanto riguarda i “consumi” è già abbastanza preoccupante e deprimente, lo scatto di un punto in percentuale significherebbe soffocare ancora una volta ed in maniera ancora più grave la produzione e le prospettive economiche dell’Italia.

La peggiore delle ipotesi e forse la più probabile attribuita all’aumento dell’Iva, sarà la chiusura entro fine anno di circa 26mila imprese. La conferma arriva da Confcommercio.

Queste le parole di Marco Venturi, presidente nazionale di Confesercenti:”potrebbe avere conseguenze negative anche sullo stesso gettito fiscale, che invece di aumentare, come previsto, di 3 miliardi di euro, potrebbe diminuire di 300 milioni”, inoltre ha poi aggiunto una nota amara sulla forte depressione dei consumi, “avrà un effetto anche sulla produzione e sulle prospettive economiche del nostro paese. Bisogna cercare di affrontare il nodo dei conti pubblici tagliando la spesa pubblica. Non la spesa produttiva o quella utile per i servizi sociali, ma i tantissimi sprechi ed eccessi che ci sono nel nostro paese”.
Crollo Consumi Febbraio 2013


Dal 1 luglio quindi potrebbe scattare l’aumento dell’Iva, ma non solo, ad alimentare il braciere saranno anche IMU e TARES, si stima infatti un aumento di circa 734 euro a famiglia. A calcolare i rincari è la stessa Federconsumatori che per ogni imposta ha tratto le somme, circa 45-45 euro per la Tares, 207 euro per l’Iva ed 480 euro per l’Imu.

Rosario Trefiletti presidente di Federconsumatori ed Elio Lannutti presidente di Adusbef ritengono che il possibile aumento dell’Iva sia una manovra da “irresponsabili”, ed aggiungono “In uno scenario simile, aumentare l’Iva avrebbe una ricaduta impressionante e deleteria su un mercato già asfittico, facendo impennare ulteriormente prezzi e tariffe, ad aumentare non saranno solo i prodotti soggetti all’Iva al 22% peraltro il 70% del totale, ma, attraverso costi aggiuntivi a partire da quello fondamentale dei carburanti, incidendo sui costi di trasporto verranno ritoccati i prezzi di tutti i beni trasportati su gomma”.

Morto il tastierista dei Doors, aveva 74 anni.

robert-downey-jr-vs-iron-man

Iron Man 4 Senza Robert Downey Jr?