in ,

In arrivo la tassa sui dispositivi elettronici: 5 euro per gli smartphone

Nei prossimi giorni potrebbe entrare in vigore una nuova tassa su tutti i dispositivi elettronici: smartphone, tablet, computer portatili o fissi e anche chiavette Usb, hard-disk esterni, tv con funzione di registratore e decoder. Si partirà da un minimo di 5,20 euro per smartphone e tablet di nuova generazione fino a un massimo di 40,00 euro per i decoder con memoria interna da 400 GB.tasse su dispositivi elettronici

Un provvedimento dettato da una specifica richiesta della SIAE (Società italiana autori editori) che ritiene di avere bisogno di questi incassi per poter compensare i mancati introiti degli autori, causati dalla pirateria online. I fruitori di apparecchiature elettroniche dovranno quindi pagare per un servizio che permette loro di effettuare una copia personale di un qualsivoglia file audio-video di cui peraltro sono già in possesso. Trattasi di abituali operazioni che tutti compiamo, come portare file musicali di Cd e Dvd su un secondo dispositivo personale come un lettore Mp3, smartphone o tablet. Oppure programmi tv o filmati tratti anche da You Tube che generalmente copiamo su un hard disk esterno.

La Siae ha dichiarato che l’obiettivo di questa iniziativa è quello di tutelate il diritto d’autore. Qualora andasse in porto, la Società avrebbe introiti per 200 milioni di euro, viste le stime di acquisti di apparecchiature elettroniche previsti per il 2014. Un’operazione che destinerebbe a morte certa i dispositivi mobili low cost e sulla quale l’ultima parola spetta al ministro dei Beni, Attività culturali e Turismo Massimo Bray, il quale al momento ha bloccato la tassa in attesa di sentire tutte le parti in causa per poi decidere.

Jose Salvador Alvarenga naufrago

Naufrago per 16 mesi, le autorità dubitano del suo racconto: “aspetto troppo sano”

Sorbona borse di studio Francia

Francia, borse di studio con l’Île-de-France