in ,

“In Arte Belzebù”, a Roma i peccati d’artista esorcizzano il Diavolo: oltre 50 opere in mostra

“In Arte Belzebù”, questo il nome della mostra che aprirà a Roma al Complesso Monumentale dei Dioscuri al Quirinale: il Diavolo protagonista della prima esposizione italiana che racconta la percezione che artisti italiani e stranieri hanno del Male.

Da un progetto di Emilio Sturla FurnòGiovanna Gazzolo e in collaborazione con Associazione Presidio Italia nasce “In Arte Belzebù”, la prima mostra italiana d’arte contemporanea che ha lo scopo di raccontare ma anche di esorcizzare la temuta figura del Diavolo. Paola Romano, Camilla Ancilotto, Margherita Lipinska, Eugenia F. di Napoli, Sonia Ceccotti, Laura Sindici, Ekaterina Malakhova, Ewa Kuzniar, Constantin Migliorini, Alik Assatrian, Margherita Gazzolo, Gianluigi Contesini, Priscilla Contesini, Marco Manzo: questi i nomi degli artisti contemporanei, italiani e stranieri, autori dei “peccati d’artista”.

La mostra aprirà al pubblico il 14 Aprile 2016 alle 18 presso il Complesso Monumentale dei Dioscuri al Quirinale: oltre 50 opere, tra pittura e scultura, a raccontare il principe di tutti i demoni e secondo solo a Lucifero. “Bisognerebbe chiedersi anzitutto come, ed a quali condizioni, il diavolo faccia il suo ingresso, storicamente, nelle arti figurative, e poi in una tradizione iconografica quale quella cristiana. Questa domanda – se pensata adeguatamente – non chiede come il diavolo venga rappresentato (non rimanda alla storia delle sue diverse raffigurazioni), bensì come la rappresentazione del diavolo consenta all’arte di seguire nuove strategie, creazioni, trasformazioni interne alla propria ricerca. Ciò che sarà sempre in questione, nell’arte, non sarà mai il problema di come ‘rappresentare’ il diavolo, quanto piuttosto di come il diavolo consenta la sperimentazione di nuovi colori, nuove linee, forme, movimenti” si legge nel testo critico nel catalogo della mostra a cura di Tommaso Gazzolo.

teschio in valigia a fiumicino

Fiumicino orrore in aeroporto: pronto a partire con teschio in valigia, denunciato

Castelli aperti Friuli Venezia Giulia eventi

Castelli Aperti Friuli Venezia Giulia 2016: date di primavera ed eventi, tra storia e incanto