in ,

Incendi a Messina: nuovi focolai sul versante tirrenico, è allarme (FOTO)

Aggiornamento ore 11:22 – Incendi a Messina, non si placano le fiamme che da giorni avvolgono la provincia siciliana. Dopo aver domato i focolai divampati nella giornata di ieri, con duro lavoro da parte dei vigili del fuoco fino alle 3 del mattino, stanno prendendo piede nuovi incendi sul versante tirrenico. La situazione, comunque, dovrebbe essere più tranquilla poiché nell’area non sono presenti abitazioni.

Incendi a Messina, da 48 ore le aree collinari della città peloritana bruciano. Il fuoco ha coinvolto gran parte dell’area ionica della provincia siciliana espandendosi tanto da arrivare a ridosso dell’autostrada Messina-Catania creando non pochi disagi. Sono 14, in totale, gli incendi divampati sulle colline intorno alla città, ma la situazione più grave è quella registrata in contrada Catanese dove sono state evacuate diverse abitazioni.

>>> Tutte le news con UrbanPost <<<

Nella giornata di ieri è stata sgombrata anche la cittadella universitaria dell’Annunziata: le fiamme sono arrivate fin l’area del maneggio dell’Ateneo e della facoltà di Veterinaria. È stata chiusa la galleria di collegamento tra Giostra e Annunziata. Altri incendi gravi si sono registrati a Mili San Pietro, nella zona sud, e ad Alì. A causa di questo incendio è stata chiusa, per diverse ore, l’autostrada Messina-Catania in entrambe le direzioni di marcia creando diversi problemi di viabilità ai cittadini messinesi.

>>> Le ultime notizie con UrbanPost <<<

A Messina, dopo oltre 40 ore di lavoro, i vigili del fuoco sono riusciti a limitare gli incendi attorno alla città dello Stretto dove, rimangono alcuni focolai tenuti sotto osservazione ma comunque lontani dal centro abitato, nelle zone di Monte Ciccia, Monte Carbonaro e contrada Serro a Villafranca. In contrada Catanese sono rientrate le cinque persone che erano state evacuate. In tutte le zone interessate ci sono presidi anche di carabinieri, polizia e polizia municipale. Autostrada regolarmente aperta, anche in provincia alcuni focolai, ma lontano dai centri abitati. Si sono rese necessarie delle interruzioni di corrente elettrica per ragioni di sicurezza per gli interventi dei canadair, normali in questi casi.

>>> Le ultime notizie dall’Italia <<<

Messina brucia da giorni e il sindaco, Renato Accorinti, attacca duramente: “L’autocombustione non esiste, abbiamo la certezza che dietro questi atti ci sia la mano dell’uomo, che causa danni irreparabili e rischi incalcolabili.” Poi ha aggiunto: “Mi auguro che si prenda coscienza della gravità di tali comportamenti.” Nella serata di ieri, inoltre, sono arrivati i messaggi di solidarietà da parte di personaggi dello spettacolo siciliani. Su tutti Rosario Fiorello che, come già accaduto in passato con l’emergenza idrica nella provincia siciliana, ha cercato di scuotere gli animi dei “media nazionali”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Calciomercato Inter Matic

Calciomercato Inter ultimissime, assalto a Matic: ecco l’offerta al Chelsea

Juventus facebook

Maglie Juventus 2017/2018: le ultime indiscrezioni sulla terza divisa