in

Incendio nel Pisano: le fiamme raggiungono le case a Calci, evacuate centinaia di persone

Pisa incendio nella notte: centinaia di persone evacuate hanno dovuto lasciare le loro case nel territorio. Accade nel territorio di Calci, a causa delle fiamme divampate sul monte Serra e che, alimentato dal forte vento, sta cambiando direzione di ora in ora. Il che rende oltremodo difficili le operazioni di spegnimento.

Sono in arrivo i Canadair e gli elicotteri che però al momento, proprio causa vento, non possono intervenire sul territorio. Al lavoro a terra circa 80 vigili del fuoco e volontari della protezione civile. Secondo la ricostruzione, l’incendio è divampato ieri sera intorno alle 22 sul Monte Serra, nella zona di Calci, nel pisano. In poco tempo le fiamme sono arrivate alle abitazioni; almeno 500 le persone evacuate e trasferite momentaneamente nella palestra comunale e nel municipio. Parte della popolazione durante la notte si è radunata sulla piazza davanti al comune.

Fortunatamente non ci sarebbero feriti. Il sindaco, Massimiliano Ghimenti, ha ordinato agli abitanti di lasciare le case anche nella frazione di Montemagno e nelle zone di Torre e San Lorenzo, dopo che già erano state evacuate le abitazioni più vicine alle fiamme. Al lavoro i Vigili del Fuoco giunti da tutta la Toscana, volontari e gli uomini della Protezione civile. Si tratta di un incendio ancor più devastante di quello occorso nell’ottobre 2011 che distrusse una cinquantina di ettari di bosco. Il comandante dei vigili del fuoco di Pisa, Ugo D’Anna, parlando ai microfoni dell’emittente tv Canale 50 ha detto: “Stiamo fronteggiando un incendio di bosco molto grosso e potente e abbiamo rischiato di perdere due squadre nello spegnimento. L’origine del rogo? Quasi certamente dolosa”.

TUTTO SULLA CRONACA: LEGGI SU URBANPOST 

 

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi martedì 25 settembre 2018

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi martedì 25 settembre 2018

rocco casalino m5s dichiarazioni di emilio fede

Lannutti (M5S): «Sto con Casalino. Al Mef remano tutti contro, sono uomini di Padoan»