in

Incidente A4 tra Bergamo e Milano: camion in fiamme, un morto, autostrada paralizzata da code chilometriche

Lo scontro che ha visto coinvolti 4 veicoli è avvenuto questa mattina lungo il tratto autostradale che collega Bergamo e Cavenago (A4). L’incidente è occorso all’altezza di Capriate, il tratto interessato dall’urto è stato chiuso provocando l’inevitabile paralisi del traffico e la formazione di code lunghe anche 5 km. Le modalità del fatto sono ancora da indagarsi ma la dinamica dell’incidente è stata delineata dalle forze dell’ordine intervenute sul posto. L’incidente ha coinvolto una Mercedes e un furgone, che si è poi ribaltato. Altri due veicoli che procedevano dietro si sarebbero a loro volta scontrati, probabilmente per evitare il primo incidente.

Incidente A4 oggi 30 novembre 2018

Pesantissimo il bilancio dell’incidente: un uomo di trentacinque anni, sbalzato fuori dalla sua vettura, è morto praticamente sul colpo. Gravissimo un ragazzo di ventisette anni, finito al Niguarda di Milano in codice rosso con un trauma alla schiena. Illesi, invece, un ventenne e un trentunenne, che erano sugli altri due mezzi e che hanno rifiutato il trasporto in ospedale. Il tratto autostradale in direzione Milano è stato, infatti, chiuso mentre nella direzione opposta si sono formati cinque chilometri di coda. Tante le richieste d’aiuto arrivate al 118 da alcuni automobilisti intrappolati nel traffico, che hanno accusato malori a causa del caldo. Autostrade informa i viaggiatori con una nota Chiuse anche le entrate di Seriate, Bergamo e Dalmine. L’ente autostradale consiglia “di percorrere la A35 Brescia- Bergamo-Milano in direzione del capoluogo lombardo. Per le brevi percorrenze, dopo l’uscita obbligatoria di Bergamo, si consiglia di uscire all’omonima stazione, percorrere la viabilità ordinaria e rientrare in A4 dalla stazione di Cavenago”. Sul posto – ha concluso Autostrade – sono presenti tutti i mezzi di soccorso ed il personale di Autostrade per l’Italia”.

Bambino di 7 anni scrive una lettera al padre «in paradiso»: la tenera risposta delle poste britanniche

Boldrini-Salvini faccia a faccia in un video fuori onda: «Sei ministro, cancella quegli insulti!»