in ,

Incidente ferroviario in Puglia ultime notizie: resi noti i nomi di alcune vittime

Tra le 27 vittime accertate – oltre al macchinista e al funzionario di polizia, Fulvio Schinzari – del tragico incidente ferroviario avvenuto ieri mattina in Puglia ci sarebbe anche il giovane studente Antonio Summo, che era andato ad Andria per sostenere due esami di riparazione. Stava tornando a casa dopo avere sostenuto la prima prova, e si trovava su uno dei convogli maledetti che si sono scontrati frontalmente lungo il tratto di ferrovia che collega Andria a Corato.

C’è anche il contadino di 51 anni Giuseppe Acquaviva, ucciso dalle lamiere dei due convogli balzategli addosso mentre svolgeva il suo lavoro nei campi. Un’altra vittima è Enrico Castellano, di 72 anni, originario di Ostuni. Viveva a Torino e da quando era pensionato tornava spesso in Puglia, come ieri: era appena atterrato a Bari ed era sul treno per andare a trovare il suo nipotino in occasione del suo compleanno.

A perdere la vita in quel tragico schianto anche Jolanda Inchingolo, 25enne prossima alle nozze. Era sul treno diretta a Bari proprio per incontrare il suo futuro marito. Poi c’è Donata, di cui ancora non si conosce il cognome, che ha salvato la vita al nipotino di 6 anni, tra le sue braccia quando i vigili del fuoco lo hanno tratto in salvo. Ancora, Gabriele di 25 anni, faceva il metalmeccanico a Bitonto, rientrava da una visita medica a Bari causa ferita procuratasi al lavoro; Patty Carnimeo, 30enne madre di una bambina piccola, che viveva ad Andria e faceva l’estetista a Bari e ieri, come ogni giorno, si stava recando a lavoro.

Le ricerche di corpi tra le lamiere sono andate avanti per tutta la notte, e sono tuttora in corso, così pure le operazioni di rimozione dei rottami. Sarebbero ancora 27 le persone che mancano all’appello, tra queste il macchinista di uno dei treni coinvolti nello scontro fatale. Il tragico bilancio di 27 morti e 50 feriti sembra dunque destinato ad aggravarsi. L’inchiesta della procura di Trani, che indaga per omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario, va avanti, e nonostante non sia stato ancora chiarito se la causa del disastro sia da imputare a un errore umano o tecnico, la prima ipotesi sembrerebbe al momento la più accreditata.

Calciomercato De Sanctis Monaco

Calciomercato Roma, De Sanctis lascia la Serie A: firma col Monaco

La Quinceanera – 15 anni da favola: quando va in onda, di cosa si tratta e anticipazioni