in ,

Incidente sul lavoro Roma, operaio di 53 anni muore in deposito Atac

Nuovo caso di morte bianca, la seconda nella giornata di oggi: dopo l’operaio di 25 anni deceduto a Taranto  a causa di un nastro trasportatore difettoso, un altro lavoratore ha perso la vita in provincia di Roma in un deposito dell’Atac, l’azienda dei trasporti della Capitale. Si tratta di un operaio di 53 anni che è stato ritrovato senza vita nella prima mattinata, inutile l’intervento dei sanitari del 118.

L’uomo si trovava all’interno del deposito Atac di via Dell’Acqua Acetosa, sulla linea Roma-Viterbo; l’azienda ha comunicato che le dinamiche del tragico accadimento sono in via di accertamento attraverso una commissione interna disposta appositamente per le indagini. Secondo le prime indiscrezioni, l’incidente sarebbe avvenuto durante “manovre di esercizio”.

Il corpo dell’operaio di cinquantatreenni è stato ritrovato nelle vicinanze di una cabina elettrica, con l’uomo che sarebbe deceduto per arresto cardiaco; sarà tuttavia l’autopsia a giudicare se a provocare l’infarto sia stato un malore oppure una scarica elettrica. L’Atac ha espresso, attraverso una nota, la vicinanza alla famiglia della vittima e profondo cordoglio.

depressione 10 azioni che chi ne soffre smette di fare

Depressione: 10 azioni che chi ne soffre smette di fare

F1, GP Singapore: un varano attraversa la pista, Verstappen incredulo