in ,

Incidenti domestici risarcimento, ecco come richiederlo

Se siete qui è perché siete vittime di un brutto incidente domestico e non avete la minima idea di come agire. Gli infortuni in casa, purtroppo, sono sempre più numerosi e colpiscono in numero maggiore donne e bambini. Fortunatamente le casalinghe (ma qualsiasi altro membro della famiglia può farlo) hanno la possibilità di ottenere risarcimento, in quanto per lo Stato e per la Legge la loro è un’occupazione lavorativa a tutti gli effetti. Ma in questi casi, a chi fare richiesta?

Possono fare richiesta di risarcimento soltanto coloro che sono in regola con il pagamento annuale dell’assicurazione Inail, equivalente a 12,91 euro annuali. Ricordatevi questo particolare per evitare spiacevoli inconvenienti qualora vi capitasse un incidente in casa. E’ possibile chiedere la rendita solo dopo aver terminato il periodo di guarigione in ambito ospedaliero e dopo aver ottenuto le carte finali, che certificano il livello di invalidità. Qualora l’invalidità sia permanente e non inferiore al 27%, l’Inail esaminerà la documentazione entro 120 giorni e invierà comunicazione all’interessata/o dell’importo dell’assicurazione, variabile a seconda della percentuale dell’invalidità.

Vi è anche la possibilità che l’Inail decida di rigettare la vostra richiesta entro quattro mesi, ritenendo la vostra documentazione insufficiente o addirittura non veritiera. Ricordatevi che in quest’ultimo caso avete il diritto di presentare ricorso e di far valere i vostri diritti. In caso di invalidità al 100%, l’infortunato avrà il diritto di ricevere un indennizzo fino a 1200 euro mensili.

 

tendenze estate 2015, capelli mossi estate 2015

Capelli estate 2015: ricci al mare, come disciplinarli senza appesantirli

Ecco i rimedi della nonna contro le macchie

Rimedi della nonna contro le macchie, ecco come toglierle senza lasciare tracce