in

Incidenti in montagna: cosa fare

La montagna è tanto bella quanto pericolosa. Per questo bisogna essere pronti ad ogni evenienza. Purtroppo spesso non sappiamo cosa dovremmo fare nel malaugurato caso in cui noi o un nostro compagno di escursione si trovasse nella necessità di ricevere un aiuto. Qui facciamo il punto della situazione, sperando non ci tocchi mai di mettere in pratica queste nozioni.

Innanzitutto e banalmente è necessario mantenere la calma. Spesso negli attimi concitati dell’incidente si compiono azioni sbagliate o frettolose che peggiorano solo le cose. Fermatevi e pensateci bene sopra prima di fare qualsiasi cosa. Ne va dell’incolumità vostra  e di quella degli altri.

Valutate la situazione prestando attenzione sia ai pericoli presenti che a quelli che potrebbero verificarsi nel breve periodo. Se ne siete in grado dovete cercare quindi di valutare le funzioni vitali dell’infortunato, così da avere un quadro il più completo possibile della situazione. Inoltre è importante anche valutare lo stato di coscienza, cioè se chi si è fatto male è cosciente oppure no.

Se l’infortunato è cosciente e respira, pur nella sfortuna siamo stati abbastanza fortunati. Se invece respira ma non è cosciente, è opportuno metterlo nella posizione laterale di sicurezza, che sicuramente conosceranno tutti coloro i quali hanno alcune nozioni base di primo soccorso. Nei casi in cui purtroppo manca sia la  coscienza che la respirazione bisogna procedere con l’apertura delle vie aeree e/o alla rianimazione cardiopolmonare, operazione che non tutti sanno fare e per cui sarebbe importante che almeno una delle persone che in comitiva vanno in montagna fossero formate sui temi del primo soccorso.

È necessario poi chiamare i soccorsi, meglio se quello alpino, specializzato in situazioni critiche ad alta quota. Il soccorso alpino è raggiungibile chiamando tutti i numeri d’emergenza (112, 113, 115, 118) tramite cellulare o scendendo a valle o al rifugio più vicino.

arriva il friends 2.0 su Joi

Undateable arriva in Italia: dal 25 novembre su Joi

Dove mangiare tipico a Vicenza