in

Incidenti stradali, strage di bambini: colpa della distrazione

Ogni giorni le pagine di cronaca sono piene di incidenti stradali. Un po’ di distrazione può cambiare radicalmente il corso della nostra vita. Purtroppo molto spesso le vittime sono dei bambini e una delle cause che porta alla loro prematura scomparsa è il fatto che non viaggino in auto in totale sicurezza. È fondamentale assicurarli al seggiolino o al sedile con le cinture ben allacciate. Un piccolo gesto di pochi secondi che però può salvare la vita. Dal Rapporto sulla sicurezza stradale di Dekra sono emersi nel 2017 dati davvero preoccupanti sul numero di bambini morti in incidenti stradali. Ben 43 piccoli di età compresa fino ai 14 anni.

Leggi anche –> Roberta Ragusa: cadavere nel cassonetto dei rifiuti? Antonio Logli, il giallo delle chiavi alla Geste

Sempre più bambini muoiono in incidenti stradali

I dati sul numero di bambini morti a causa di incidenti stradali sono davvero preoccupanti. Nel 2017 nel mondo ne sono morti oltre 110 mila. Si sa, l’incidente è qualcosa di imprevedibili e quindi molte volte non può essere evitato e per questo bisogna viaggiare in auto in totale sicurezza. Allacciare le cinture dei nostri figli è un atto d’amore che può salvare loro la vita. Toni Purcaro, presidente di Dekra Italia, come riportato da Leggo, ha dichiarato: «L’80% delle baby vittime di incidenti è all’interno delle auto, quindi la responsabilità è di chi guida. La distrazione da smartphone provoca circa il 90% di questi incidenti per scrivere su social, chat e mail mentre si è al volante». Un’altra causa è stata rintracciata nel seggiolino, obbligatorio fino ai 12 anni di età e 1,50 metri di altezza, che «non è posizionato nel modo giusto o non è assicurato dalle cinture».

Cosa si può fare?

Toni Purcaro ha parlato anche di diverse soluzioni per poter ridurre il numero dei bambini morti in incidenti stradali. Il presidente di Dekra Italia, come riportato da Leggo, ha dichiarato:«Migliorare la manutenzione delle strade, realizzare attraversamenti pedonali a misura di bambino, disegnando palloncini vicino alle scuole, normare la mobilità leggera (monopattini) prima che ci siano vittime». Naturalmente, oltre a tutti questi piccoli accorgimenti, è fondamentale rimanere concentrati mentre si guida.

Leggi anche –> Yaba, la “droga di hitler” usata dagli operai per reggere i turni di lavoro disumani

Foto di repertorio

Estate di San Martino data, cos’è, da dove nasce: tra leggenda e tradizione

Nilufar Addati Instagram, il completino intimo è sexy: «Una bomba, ma esisti davvero?»