in ,

Infermiera accusata di omicidio paziente: Daniela Poggiali assolta in appello torna libera

Morti sospette in corsia: Daniela Poggiali, presunta infermiera killer, è stata assolta in Appello e potrà tornare libera dopo quasi tre anni di carcere. Clamorosa sentenza della Corte d’appello di Bologna, che ha assolto “perché il fatto non sussiste” la Poggiali, 45enne, condannata in primo grado all’ergastolo dal tribunale di Ravenna il 14 marzo 2016.

Infermiera killer condannata all’ergastolo: “Daniela Poggiali si compiaceva di dare la morte”

Daniela Poggiali, ex infermiera all’ospedale Umberto I di Lugo di Ravenna, era accusato di avere ucciso, iniettandole una dose letale di potassio, la paziente Rosa Calderoni. Non solo, all’imputata erano state contestate altre morti sospette in corsia, strani furti (70-80 all’anno) di medicinali dal reparto di Medicina, dove l’infermiera prestava servizio, e i motivi abbietti. Ricordiamo infatti che la donna soleva farsi fare foto, sorridente e allegra, con i suoi pazienti in coma. Ora la Procura farà certamente ricorso in Cassazione contro questa assoluzione.

Daniela Poggiali che deride i suoi pazienti:

infermiera killer condannata all'ergastolo

 

Matteo Renzi Facebook

Partito Democratico Facebook, Matteo Renzi fa chiarezza: “Cosa vuol dire ‘Aiutiamoli a casa loro'”

concorso banca d'italia 2017

Concorso Banca d’Italia 2017, bando per 45 tecnici informatici: ecco come candidarsi