in

Infertilità maschile, la soluzione con la microchirurgia

Azoospermia, la totale assenza di spermatozoi, una condizione che colpisce il 10% dei maschi infertili. In passato si ricorreva al metodo dell’ago aspirato testicolare che, per i suoi tassi molto bassi di successo, è però oggi proscritto dalle Linee Guida della European Association of Urology . E’ quanto spiega Giovanni Maria Colpi, andrologo e consulente del Centro di medicina della riproduzione ProCrea di Lugano, indicando i più evoluti metodi di cura che lo hanno soppiantato: “Da molti anni si fa ricorso alla TESE, ovvero l’asportazione e sminuzzamento di un piccolo frammento bioptico, che permette di recuperare spermatozoi nel 45% circa dei casi”.infertilità maschile

Non solo, la moderna tecnologia consente di ottenere risultati ancora migliori: grazie alla microchirurgia del microTESE, la percentuale sale al 65%. E’ una tecnica che prevede l’uso di un microscopio operatore direttamente sul testicolo, alla ricerca dei tubuli seminiferi più dilatati, dove possono annidarsi spermatozoi. “Anche quando il liquido seminale ne contenesse solo pochissimi, con un piccolo atto chirurgico si ottengono spesso da questa ghiandola spermatozoi qualitativamente migliori e  il loro utilizzo nella procreazione assistita dà possibilità di gravidanza evolutiva 3 volte maggiore”, assicura Colpi. L’intervento viene effettuato nel centro ProCrea (info@procrea.ch), in day hospital, ed è del tutto indolore. Prevede solo un secondo giorno di riposo a domicilio con immediata ripresa, nei giorni successivi, dell’attività lavorativa.

Michael Jemec, uno dei fondatori del centro specialista in Medicina della riproduzione, ci tiene a sottolineare che, riguardo ai problemi di infertilità di coppia, il “fattore maschile” non va affatto messo in subordine, in quanto da considerare importante come quello femminile.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Anticipazioni Il segreto giovedì 19 dicembre: l’arrivo di Olmo Mesia a Puente Viejo

Kim Kardashian e sua figlia

Kim Kardashian maniaca del look: ritocca le sopracciglia di sua figlia