in

Influencer, arriva il corso di laurea tutto italiano per diventare una star del web

Il vostro sogno nel cassetto è diventare Chiara Ferragni o Mariano Di Vaio? Vi piacerebbe guadagnare migliaia di euro solo per una foto sui social dove si sponsorizza un brand? Beh, il vostro desiderio è a portata di mano e non bisogna neppure andare troppo lontano per appagarlo. L’Università e-Campus ha presentato il primo corso di laurea triennale per diventare “influencer”, il mestiere del futuro, quello che spazza via con un colpo di spugna l’immagine del lavoro in ufficio. Ma non pensate che basti uno smartphone e che sia sufficiente qualche selfie per realizzarsi: bisogna studiare, avere una formazione specifica. Almeno questo sembra dire tra le righe l’offerta formativa pubblicata sul sito ufficiale dell’Università e-Campus.

Influencer, arriva il corso di laurea tutto italiano per diventare una star del web: è polemica

“Il nuovo percorso Influencer del corso di laurea in Scienze della Comunicazione fornisce le competenze e gli strumenti necessari per affrontare adeguatamente quello che potremmo definire il nuovo marketing, quello social, “influenzale”, che sta progressivamente scalzando il marketing tradizionale. La figura dell’influencer, pur non risultando una professione attualmente regolamentata, è sempre più richiesta da aziende, marchi commerciali e agenzie pubblicitarie, proprio per la capacità di veicolare messaggi al proprio pubblico che la riconosce come “opinion leader” credibile e affidabile”, si legge sul portale ufficiale dell’Ateneo. Il corso di laurea si propone, infatti, di colmare il “vuoto formativo attuale con una programmazione trasversale e ben codificata, poiché una delle criticità più evidenti in questo nuovo ambito è proprio la mancanza di basi solide e di preparazione tecnica di chi si avvia alla professione di influencer”. Nella stessa pagina quest’ultimo viene definito come “un ambasciatore di se stesso e dei marchi che rappresenta, (…) un prescrittore, un leader di opinione che può ricevere un compenso finanziario per il suo lavoro”.

L’offerta formativa: triennale del corso di Laurea in Scienze della Comunicazione

Si tratta di una laurea triennaleil primo anno è dedicato a temi trasversali, come semiotica e filosofia dei linguaggi, estetica della comunicazione, informatica, tecnica, storia, e linguaggio dei mezzi audiovisivi; il secondo anno invece è concentrato sulla psicologia e sociologia della moda;
l’ultimo anno entra nel pratico e prevede la partecipazione a laboratori tematici e tirocini formativi. Un percorso di studi interessante, quanto particolare. Una notizia quella del lancio del percorso Influencer del corso di Laurea in Scienze della Comunicazione che certamente farà discutere, soprattutto sui social. Va beh che i tempi cambiano, ma come si legge su “Fanpage” in Italia oggi la professione dell’ ‘influenzatore’ non è neanche ufficialmente regolamentata. Anche se un recente studio Brandmanic del 2018 mostra che in soli due anni c’è stato un aumento del 6,4% nel numero di influencer che ricevono compensi economici per il loro lavoro.

leggi anche l’articolo —> Università, oltre 600 professori sotto inchiesta per il doppio lavoro

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Roberta Ragusa figlia, Alessia Logli: il gesto inaspettato per la madre scomparsa, un tatuaggio (FOTO)

Marco Columbro ‘truffato’ dalla D’Urso: «I miei debiti usati per fare ascolti»