in

Influenza 2015, a Natale a letto 5 milioni di italiani

Quest’anno l’influenza dovrebbe colpire meno italiani, che comunque sono stimati in 3-5 milioni. Le fasce d’età più colpite dovrebbero essere i giovanissimi e gli adulti fino ai 65 anni, anche se per gli over 65 gli effetti potrebbero essere più gravi. “Almeno ad oggi possiamo dire che la stagione influenzale non sarà particolarmente pesante,  ma comunque interesserà dai quattro ai cinque milioni di italiani – è la previsione di Fabrizio Pregliasco, ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano –, però potrebbero esserci variazioni sul tema, come è successo lo scorso anno dove con una previsione simile si è arrivati poi a sei milioni e mezzo di casi“.

Il picco dovrebbe giungere per le feste natalizie, a causa dell’intenso e costante freddo e la diffusione di virus e batteri a causa dei più frequenti contatti per gli auguri. “Alcuni studi relativi alla combinazione di fenomeni meteorologici – continua infatti Pregliasco – indicano che l’influenza scatta quando la temperatura si abbassa e rimane per alcuni giorni bassa e tipicamente questo accade dopo Natale, complici anche i viaggi, baci e abbracci delle Feste“.

Sui vaccini si è espresso Carlo Gaudio, ordinario di Cardiologia e componente del Consiglio di amministrazione dell’Agenzia italiana del farmaco: “L’allarme dell’anno scorso, legato a controlli su alcune partite di vaccini rivelatesi poi sicure, ha prodotto un aumento di casi gravi e di morti da influenza“. I vaccini sono consigliati particolarmente per i più anziani, ovviamente solo dopo aver consultato il proprio medico.

startup innovative

Guadagnare con la bicicletta, il progetto della Francia

valanga hotel rigopiano il volo

Il Volo a La vita in diretta: “State infangando la nostra immagine”