in ,

Influenza 2016 bambini, sintomi e durata: come riconoscerla e cosa fare

L’arrivo del grande freddo ha portato con sé anche i primi malanni di stagione, facendo aumentare i casi di influenza 2016; come di consueto le categorie più a rischio, oltre a donne in gravidanza e anziani, sono certamente i bambini, più soggetti a contrarre il virus. Se ovviamente la prevenzione è fondamentale per evitare di contrarre l’influenza 2016, come è possibile riconoscerla in fretta, quali i sintomi? OsservatorioInfluenza.it, patrocinato dal Ministero della Salute, delinea le linee guida sui sintomi più evidenti per riconoscere l’influenza e correre ai ripari.

Una volta contratto il virus dell’influenza 2016, esso attacca immediatamente le vie aeree, aggredendo le cellule dell’epitelio: è in questa sede che il virus attacca ed entra nelle cellule per replicarsi. Una volta ottenuto lo scopo, le cellule si rompono e il virus comincia a dilagare nell’organismo. Tutto questo accade in circa 4 – 6 ore e anche il periodo di incubazione è abbastanza breve: 24-48 ore. E’ a partire da questo momento che si manifestano i primi sintomi quali febbre, in genere alta, con punte anche fino a 39-40 gradi. Insieme ad essa si manifestano dolori ossei e muscolari diffusi, ma anche cefalea, dolore dietro agli occhi, fastidio all’esposizione alla luce, inappetenza e intenso malessere generale. Anche le vie respiratorie sono particolarmente colpite: i sintomi sono tosse scarsamente produttiva, mal di gola e talvolta rinorrea con senso di naso chiuso.

=> Per essere sempre informati seguiteci anche sulla pagina Facebook URBAN DONNA!

Questo tipo di sintomi continueranno, per chi ha contratto l‘influenza 2016, ancora per 3-4 giorni, nei casi più gravi fino a una o due settimane. Come alleviare il fastidio dei sintomi, soprattutto nei bambini, e lasciare che l’influenza faccia il suo corso? Il medico probabilmente vi prescriverà farmaci sintomatici che abbassano la temperatura corporea, alleviano il dolore e permettendo una respirazione libera da ostruzioni. Sono fondamentali il riposo a letto, un’adeguata idratazione e l’umidificazione degli ambienti. Del tutto inutili invece, a meno che non si presentino complicanze batteriche, gli antibiotici.

[dicitura-articoli-medicina]

Pupo Tour 2016, stop al concerto a causa di una rissa: ecco cosa è successo

OSPEDALE SARONNO MORTI SOSPETTE

Ospedale Saronno presunti amanti killer: 35 morti sospette e lo spettro dell’omertà in clinica